Mercoledì, 06 Settembre 2017 19:22

Marco Vozzolo torna in libreria con il romanzo “Il valore delle piccole cose”

Marco Vozzolo con una copia del romanzo Marco Vozzolo con una copia del romanzo

di Andrea Capecchi

Un’emozionante storia di amicizia e riscatto personale ambientata tra i giorni nostri e la Seconda Guerra Mondiale.

È appena uscito per la Leone Editore Il valore delle piccole cose, secondo romanzo dello scrittore Marco Vozzolo, nato a Minturno ma da anni residente a Pistoia, che fa seguito al buon riscontro ottenuto dal suo lavoro d'esordio dell'anno scorso, La corona del re longobardo.

Anche ne “Il valore delle piccole cose” l'autore rivela la sua grande passione per la storia, sostenuta da un'attenta ricerca sulle vicende contemporanee e di un passato recente, ancora vivo nella memoria di molti. Lo stile fluido e vivace, la presenza di numerosi colpi di scena, il continuo intreccio di piani temporali e la nitida caratterizzazione dei personaggi conferiscono al romanzo una profondità e una complessità che sono rivelatrici anche della maturazione letteraria di Vozzolo, scrittore-sommelier spinto da una grande passione per la storia e il paesaggio toscano.

La trama de “Il valore delle piccole cose” prende avvio dalla turbolenta giornata di Lorenzo, che in un solo giorno perde il lavoro, scopre il tradimento della moglie e riceve la telefonata che gli cambierà la vita: suo padre, che non vedeva ormai da anni, è morto. Disorientato dagli eventi, è costretto a far ritorno al piccolo paese natio, dove il vecchio Antonio, amico inseparabile del padre, lo aiuterà a rimettere in sesto la modesta casa ereditata.

Attraverso i ricordi di Antonio, Lorenzo rivivrà i giorni terribili dell’occupazione tedesca durante i tentativi alleati di sfondare la munitissima Linea Gustav; farà conoscenza del sergente delle SS Sturmann, esaltato e capace di efferatezze indicibili nei confronti dei civili, e del mite soldato Hans, costretto suo malgrado a obbedire agli ordini ma sempre bendisposto ad aiutare il piccolo Antonio donandogli sacchetti di sale, bene preziosissimo all’epoca, uno dei quali l’anziano ha conservato sul camino della propria casa. Così, mentre Lorenzo sarà impegnato a rimettere in piedi la sua vita e Antonio a combattere le sue antiche angosce, un evento straordinario stravolgerà, ancora una volta, l’esistenza di entrambi. I resti di un soldato tedesco verranno ritrovati da un cercatore di funghi e quel corpo si rivelerà essere proprio quello di Hans. Nel tentativo dei due uomini di emendare il proprio passato, ogni esistenza si andrà a legare a quella di altri personaggi, fino a fondere le due epoche.

Marco Vozzolo, pistoiese d'adozione, ha definito questo suo secondo romanzo come “un susseguirsi di opportunità, perché il sentiero conduttore della vicenda narrata è pavimentato da una serie di scelte e possibilità. Ed è proprio in questo contesto che si muove il protagonista: nel giro di poche ore la sua vita cambia radicalmente, ma la storia lo costringe a reagire e a capire dove ha sbagliato, lasciando però a lui la scelta di se e come porvi rimedio”.

Il romanzo (364 pagine, costo 13,90 euro) è disponibile in libreria o acquistabile tramite la casa editrice Leone Editore di Milano.

 

 

Liberamente