Giovedì, 09 Novembre 2017 13:01

Les Bouquinistes, Giovanni Maccari presenta la nuova edizione dei “Racconti impossibili” di Landolfi

Tommaso Landolfi Tommaso Landolfi

Pistoia – In occasione della pubblicazione dei "Racconti impossibili" di Tommaso Landolfi, riediti di recente da Adelphi, venerdì 10 novembre alle ore 18 presso la libreria indipendente Les Bouquinistes (via dei Cancellieri 5) si terrà un incontro con il curatore Giovanni Maccari.

A dialogare con lui ci saranno Paolo Albani e Matteo Moca.

Immaginate che un uomo dalla ferrea logica, dopo aver pianificato il delitto perfetto – quello «sognato da ogni delinquente che rispetti se stesso» –, portandolo a compimento si smarrisca nei labirinti della speculazione e finisca per affidarsi al cieco caso. Immaginate poi che in un'altra galassia un professore si proponga di spiegare ai suoi allievi che cos'è la morte, astruso concetto elaborato in un remoto pianeta – «macchiolina pallida» intravista al telescopio –, e che cos'è la vita: ovvero il medesimo concetto rovesciato, giacché noi, qui sulla Terra, chiamiamo vita «ciò che non è morte». Immaginate infine che, mentre designa gli esseri umani da destinare alla morte, un dio noncurante e terribile risponda candidamente all'arcangelo Gabriele che lo interroga sul come e il perché: «Magari a caso», e «Non lo so».

Se ci riuscite, allora cadrete fatalmente nella trappola infernale che Landolfi ha teso a tutti noi: costringerci a osservare il mondo (e la nostra sorte e la nostra inane, cavillosa, ricerca della verità) come da una navicella spaziale aliena. E avrete la conferma di ciò che Manganelli scriveva nel 1975: Landolfi sembra nato «all'interno di un universo autonomo, e malamente abitabile, un universo che è insieme grandioso, losco, torbido e stupefacente. Vi accadono miracoli, ma intrisi di una potenza sordida, segni appaiono, non meno minacciosi che enigmatici».

Articoli correlati (da tag)

Liberamente