Lunedì, 02 Dicembre 2019 15:42

Un viaggio nel West di Sergio Leone nel libro di Roberto Donati

Pistoia - Martedì 3 dicembre alle ore 17 presso la Sala Bigongiari della Biblioteca San Giorgio sarà presentato il libro “C'era una volta il west di Sergio Leone” di Roberto Donati.

L’autore del libro conversa con Luca Gesualdo.

L’universo cinematografico di Sergio Leone è ricamato di America e di nostalgia: l’una si compenetra nell’altra, e insieme si completano a vicenda.

Quando il grande paese sognato dai pionieri si piega alla legge del dollaro, i cowboy e i gangster cominciano ad avere qualcosa a che fare con la morte e non sono più John Ford e Howard Hawks a cantarli.

Con i suoi tempi narrativi dilatati, i suoi (anti)eroi da tragedia greca e il suo senso di stanchezza e di morte, C’era una volta il West è al tempo stesso un film sull’inizio e sulla fine del West, il culmine e insieme il canto del cigno di un genere - il western all’italiana - che, nonostante l’impressionante quantità di titoli, raramente era emerso dalla serie B del linguaggio e delle intenzioni.

E, come molti western americani del crepuscolo, è anche un film sugli uomini veri: «una razza vecchia» che i nuovi affaristi «faranno sparire», come poi del resto è avvenuto nella realtà. C’era una volta il West, c’era una volta l’America; e c’era una volta Sergio Leone a raccontarlo e a raccontarla. Il Far West nato a Roma recupera gli spolverini e tinge le malinconie del tempo e della Storia di sugo all’amatriciana: mai così lontano, mai così vicino.

Roberto Donati (Arezzo, 1980) per diciotto anni è stato costretto ad andare a letto presto e ha perso molti film. Poi ha recuperato, ha iniziato a guardare con nostalgia il tempo in cui aveva una sua precisa idea del mondo, dell’America e del West, e ne ha scritto in alcuni libri (Il cinema di Sergio Leone, Sergio Leone - L’America, la nostalgia e il mito). Ha ideato e per alcuni anni diretto la collana di cinema Bietti Heterotopia.

Articoli correlati (da tag)