Lunedì, 05 Febbraio 2018 15:16

Pistoia, in mostra allo Spazio A la video arte di Katarina Zdjelar

 

Pistoia – Sabato 10 febbraio alle ore 18 lo Spazio A (via Amati 13) presenta “Not a Pillar Not a Pile”, terza mostra personale dell’artista serba Katarina Zdjelar in galleria.

La mostra prende il titolo dall’omonimo video, prodotto in occasione dell’esposizione alla Kunsthal di Rotterdam per il Prix de Rome 2017, dove l’artista è stata una delle quattro finaliste.

Il video “Not a Pillar Not a Pile” (Tanz für Dore Hoyer) è ispirato a documenti d’archivio provenienti da una scuola di danza per sole donne fondata nel 1945, in una Dresda devastata dalla guerra, da Dore Hoyer, coreografa e ballerina espressionista, che per le sue coreografie prendeva spunto dalle opere grafiche dell’artista Käthe Kollwitz.

La nuova installazione filmica di Zdjelar prende come punto di partenza l’incontro artistico tra Kollwitz e Hoyer per manifestare affinità condivise con il pacifismo, la solidarietà e la trasformazione collettiva proto-femministi oltre le barriere di tempo, classe e differenza sociale. Per realizzare questo film, che trasporta il passato nel presente, Zdjelar ha radunato un gruppo internazionale di ballerini e attivisti.

I costumi e la scenografia ruotano attorno a una fantasia creata dalle operaie dello stabilimento tessile tedesco Pausa, la cui resistenza antifascista riecheggia quella di Hoyer e Kollwitz. La grafica è a sua volta richiamata dai pannelli di legno del pavimento. Nella installazione che ne risulta, un corpo incontra un altro corpo come luogo di resistenza e potenzialità, evocando la fragile efficacia dell’azione collettiva nel presente.

La produzione di questa opera è stata possibile grazie al gentile supporto della Mondriaan Foundation e CBK Rotterdam. Nei lavori audio e video come negli altri progetti, Katarina Zdjelar, esplora il modo in cui le persone interpretano e reinventano le proprie identità, usando la voce, il linguaggio e la gestualità per muoversi all’interno di e tra culture e società. I film di Zdjelar, che passano in maniera fluida da azioni spontanee a messe in scena con personaggi fittizi, oscillano tra artificio e realtà, chiamandoci a essere testimoni dell’ambiguità, difficoltà ebellezza dell’esperienza umana.

Katarina Zdjelar, nata nel 1979 a Belgrado, ha conseguito il MFA al Piet Zwart Institute di Rotterdam, città dove oggi l'artista vive e lavora. In anni recenti ha esposto in mostre personali a Lodz, Bielefeld, al Padiglione Serbo per la 53ma Biennale di Venezia, Yokohama, Sydney, Berlino, Londra, Bucarest e Marrakech.

 

Articoli correlati (da tag)