Giovedì, 06 Dicembre 2018 17:36

Allo Spazio la mostra personale di "Blub"

Un'opera di Blub Un'opera di Blub

Pistoia – Domenica 9 dicembre alle ore 17, presso  Lo Spazio di via dell'ospizio, Florence urban art presenta la mostra personale di Blub. 

In mostra pezzi originali e riproduzioni dell'artista di cui non si conosce l'identità  e che ha "inseminato" i muri delle nostre città con i capolavori dell'arte messi sott'acqua. 

Nei primi giorni di novembre 2013 Firenze ricordava il doloroso anniversario della sua alluvione, mentre, in Italia, la crisi economica era palpabile e il sentimento generale di preoccupazione traspariva dallo sguardo delle persone per strada. È in questo periodo che le prime opere di Blub iniziano ad apparire lungo le strade del quartiere di San Niccolò a Firenze.

Le installazioni colpiscono per la precisione con cui vanno a sovrapporsi e coprire gli sportelli metallici delle utenze, anonimi, grigi e spesso vandalizzati catturando immediatamente l'attenzione dei passanti, con l'immagine di soggetti divenute icone, mascherate da sub, su uno sfondo "subacqueo" di colore BLU.

Blub rende così accessibili, a un pubblico più ampio, i grandi capolavori dell'arte trasferendoli, alla sua maniera, dai musei alla strada, provocando emozioni, sorrisi, curiosità, stupore e stimolando una vera e propria "caccia" di sue opere in giro per la città, esplorandone in questo modo gli angoli più nascosti. Spingendo a guardare dove non si sarebbe mai guardato prima, l'artista crea così un susseguirsi di snodi, di itinerari e di scorciatoie urbane tra i palazzi fiorentini, quale personale contributo alla migliore conoscenza del tessuto vitale della città.

Blub, infatti, non lascia nulla per scontato e anche la localizzazione dei suoi interventi ha un senso. I turisti che visitano Firenze rimangono incantati quando incontrano Dante o il David rivisitati, entusiasti della grande bellezza della Monnalisa, della Dama con l'ermellino e della Belle Ferronière di Leonardo.

Ma Blub, in questi anni, oltre alla sua passione per i soggetti classici, ha dimostrato di essere attento e sensibile anche ai temi dell'attualità italiana e internazionale, fin dagli esordi. Alcuni dei suoi interventi traggono spunto proprio dal suo "sentire" il presente e gli avvenimenti che colpiscono l'opinione pubblica, come con l'omaggio a Papa Francesco, uomo dell'anno 2013, o l'opera che ritrae le bambine rifugiate del 2015, o il saluto ad Amy Winehouse e David Bowie subito dopo la loro scomparsa. 

Articoli correlati (da tag)