Sabato, 27 Aprile 2019 16:45

Pistoia, “arte in cucina” nel palazzo Rospigliosi

Una delle opere d'arte in mostra Una delle opere d'arte in mostra

Pistoia - Piatti gourmet e quadri d'artista sono fiori all'occhiello del ristorante "Stil novo", nello storico Palazzo Rospigliosi in via Del Duca.

In questo spazio si mostra "L'arte in cucina", a cura di Paolo Gestri, da sabato 27 aprile al 20 maggio, con apertura 17 -20; il mercoledì e il sabato anche 11 - 13.

Là dove i ricchi Ammannati nel Medioevo prestavano soldi e dove nell'età moderna l'insigne famiglia "papale" dei Rospigliosi ostentava principi e duchi, si esalta il palato e nel contempo si ammirano quadri, contestuale buon gusto estetico e culinario. L'esposizione consta di una vasta scelta di opere inedite del Novecento a Pistoia, di cinquanta artisti delle cosiddette Prima e Seconda generazione.

Tra i grandi artisti compaiono Renzo Agostini, Agenore Fabbri, Corrado Zanzotto, Silvano Palandri e Franco Sacchetti. Assieme a loro, lo scultore Cleto Lapi, lo scultore dei "Nudi" in chiesa a Vicofaro, ed Azeglio Tuci che dipingeva Madonne e Santi sopra gli altari. Né poteva mancare Alfiero Cappellini, innovatore della pittura figurativa a Pistoia a metà Novecento, così come meritano i primi piani i successivi Aldo Frosini, Mirando Iacomelli, Lando Landini, Marcello Lucarelli, Alfredo Fabbri, Remo Gordigiani, Gianfranco Saracini. Ai quali si aggiunge Luigi Ciani, grafico da 10 e lode allorquando si guardi come ha illustrato Pistoia ed Jorio Vivarelli che Paolucci ha messo tra i costruttori della moderna "linea italiana". Ed ancora, un ritrovato Enzo Ghidini che da Fontana aveva appreso il taglio d'autore.

Le altre firme sono di Rossella Baldecchi, Leonardo Begliomini, Amelio Bucciantini, Franco Cappelli, Moreno Cappellini, Alessandro Ciantelli, Raffaele Del Corso, Marino Gironi, Salvatore Magazzini, Marcello Meucci, Slao, Siliano Simoncini, Paolo Tesi. Con cinque donne sugli allori: la straordinaria Egle Marini, gemella di Marino che lui chiamava "l'altra metà del cielo", Mercedes De Napoli, sua amica e sorella in pittura, la geniale Donella, la "Esa dei fiori" e la gentile Marta Magni coi suoi colori fraganti. Proposta infine la bella grafica, alla Marino, di un autore ignoto.

Nell'opuscolo di presentazione, si legge anche la secolare storia del bel palazzo: degli Ammannati scialacquatori che prestarono soldi al Papa ed al re d'Inghilterra per cui fallirono, e dei nobili Rospigliosi da cui discese Clemente IX, unico papa pistoiese.

Articoli correlati (da tag)