Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Domenica, 14 Giugno 2020 12:25

Christo a Celle nel ricordo di Giuliano Gori

Giuliano Gori e Christo in Provenza durante il loro ultimo incontro Giuliano Gori e Christo in Provenza durante il loro ultimo incontro

di Giuliano Gori

Pistoia - Carissimo Christo, quarantasei anni fa, in un giorno di fine maggio, ti stavo aspettando a Celle.

La fortuna mi fu davvero propizia perché, a tua insaputa, ero riuscito ad ottenere tramite comuni amici newyorkesi, il filmato della tua ultima grande opera: la Valley Curtain. Eri un po' sconsolato per non averlo potuto vedere prima della tua venuta in Italia, per cui quando nel corso della cena, a un mio segnale, vedesti calare il sipario con l'inizio della proiezione, fu così grande il tuo entusiasmo che rischiammo di rompersi il nodo del collo quando mi piombasti addosso e rotolammo per terra, con piatti e stoviglie frantumati. Molti degli amici presenti ricordano tuttora quel magico evento.

In seguito, con le nostre care Jeanne-Claude e Pina, abbiamo sviluppato una così affettuosa amicizia che ci ha resi partecipi di ogni reciproco avvenimento che ha segnato il nostro lungo percorso vitale.

A giugno del 2016, mentre sul Lago d'Iseo si svolgevano i festeggiamenti per la tua ultima opera in Italia, The Floating Piers, ci incontrammo a

Saint-Paul de Vence, ospiti della nostra comune amica Isabelle Maeght, dove rievocammo un po’ dei nostri trascorsi: chi avrebbe potuto immaginare che quello sarebbe stato il nostro ultimo incontro?

E' con grande emozione che ti penso ora, ricongiunto alla tua carissima Jeanne-Claude, uniti per disegno del destino (nati lo stesso giorno), inseparabili nell'amore e nella creatività artistica, insieme avete caratterizzato l'intera seconda parte del prolifico venesimo secolo.
Credimi, la vostra dipartita mi sta rendendo realmente più povero.

Articoli correlati (da tag)