Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Giovedì, 15 Ottobre 2020 16:48

“Giungla”: a Lucca tre giorni dedicati all'arte contemporanea

Lucca – Saranno tre giorni dedicata all’arte contemporanea, a incontri e a laboratori quelli – dal 16 al 18 ottobre – in programma a “Giungla. Edizione zero”.

La rassegna, ospitata all’interno dei sotterranei dell’Orto Botanico, organizzata dall’associazione di promozione sociale S.O.F.A. con il patrocinio del Comune di Lucca e il contributo della Fondazione Banca del Monte.

La manifestazione ruota attorno alla riflessione sul complesso e mai scontato, rapporto fra uomo, natura e tecnologia: un “triangolo” che nel corso della storia ha subìto - e continua a subire - mutamenti e cambi di equilibri.

Un rapporto indagato a partire dall’arte. Da una parte con l’installazione immersiva in tre atti “Un bel niente Nietzsche” della poliedrica artista e performer lucchese Giulia Perelli, dall’altra con “Il mito dell’abbondanza” un ciclo di video arte curato in esclusiva per “Giungla” da Videodrome Paris: agenzia parigina specializzata nell’immagine in movimento, e astro nascente nel panorama artistico internazionale che vanta collaborazioni con Centre Pompidou, la Biennale di Venezia, La Tate Modern, Il Mucem e il Palais de Tokyo di Parigi.

Alle esposizioni - che saranno visitabili da venerdì 16 ottobre a domenica 18 dalle 10 alle 19 – il programma propone nella giornata di sabato 17 ottobre due incontri. Il primo, alle 15.30, con Tommaso Guariento, Dottore in Studi Culturali Europei e responsabile della ricerca presso La Scuola Open Source di Bari, dal titolo “Recintare l’illimitato: il giardino come forma simbolica”.

A seguire, alle 16.30, il primo appuntamento con “S.O.F.A. Circle”: una tavola rotonda che chiama a raccolta artisti e ricercatori, provenienti dai più disparati ambiti, ognuno dei quali avrà a disposizione sette minuti per riflettere insieme al pubblico intorno alla parola “giungla”. Claudio Marzullo, Giovanni Maria Martini, Guido Segni, Lorenzo Sansoni e Luca Pagani saranno “le voci della giungla” insieme alle quali il pubblico dialogherà.

“Ai limiti della giungla: giochi filosofici per bambini curiosi”: saranno invece divertenti giochi filosofici ad animare i laboratori dedicati ai più piccoli in programma, sempre all’interno dell’Orto Botanico, domenica 18 ottobre alle 15.30 e alle 16.30, tenuti da Valerio Tanteri, educatore e Dottore in Filosofia.

“Giungla” è un progetto di arte contemporanea ma non solo: è un momento di riflessione, un luogo di incontro e di confronto tra uomo e natura, ma anche tra uomo e uomo. Non è un caso che l’Orto Botanico diventi ospite e protagonista: ci si avvicina alla natura, per parlare della natura. Momenti come questi, idee e progettualità che si sviluppano nel nostro tessuto cittadino, rappresentano un humus culturale e artistico vivo, vivace ed efficace” dice il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landucci “Il progetto ha il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca, che crede fortemente nel linguaggio dell’arte contemporanea come strumento privilegiato per una visione del mondo che ci circonda, in stretto legame con l’epoca che viviamo”.

Irene Panzani, Presidentessa dell’Associazione di Promozione Sociale e curatrice della rassegna d’arte, dichiara: “Con il tempo il rapporto dell’uomo con la Natura è cambiato. La Natura è diventata qualcosa da studiare, tenendola a distanza, rendendola paesaggio da ammirare o calamità da temere, e così facendo ci siamo dimenticati di farne parte. Noi vorremo che “Giungla” fosse l’occasione per riavvicinarsi alla Natura, attraverso l’arte l’incontro e il confronto, ponendoci domande e interrogativi. E l’Orto Botanico è il luogo perfetto per mettere in scena questo “esperimento”: un piccolo museo della Natura in città, un’oasi protetta dove poter tornare a intrecciare legami di continuità tra la nostra esistenza e quella di piante e animali”.

Nel rispetto delle misure anti Covid-19, l’ingresso a “Giungla” e la partecipazione alle attività sono su prenotazione. Per prenotarsi è sufficiente scrivere una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome, cognome, contatto telefonico e orario di visita e/o attività a cui si intende partecipare.

Giungla è gratuita per i possessori del biglietto dell'Orto Botanico (tariffa unitaria: 3 euro).

 

Articoli correlati (da tag)