Venerdì, 24 Novembre 2017 11:52

Torino Film Festival dedica la retrospettiva a Brian De Palma

Brian De Palma Brian De Palma

dall'inviato Giacomo Martini

Torino - Sarà dedicata al regista Brian De Palma la retrospettiva della 35a edizione del Torino Film Festival, che si svolgerà dal 24 novembre al 2 dicembre 2017.

Brian De Palma e Al Pacino sul set di ScarfaceIl festival proporrà, per la prima volta in Italia, una rassegna completa dedicata al grande regista statunitense. Oltre ai lungometraggi, saranno presentati i cortometraggi, i documentari e i videoclip, in versione originale sottotitolata. “

“Una maniera – spiega Emanuela Martini, curatrice e direttrice del Festival - per (ri)scoprire un autore che ha avuto un'influenza fondamentale sul cinema dei decenni successivi, da 'Vestito per uccidere' a 'Black Dahlia', passando per 'Gli intoccabili'”.
Capace di rileggere in chiave originale la lezione delle avanguardie degli anni ‘60 e dei maestri del cinema classico, De Palma ha spaziato tra i generi più diversi, dal thriller all’horror, dalla commedia all’action movie.

Nato nel New Jersey, nel 1940, da genitori di origini pugliese, De Palma ha costruito con i suoi film un immaginario cinematografico indelebile, “dove il thriller diventa al tempo stesso pop e dark, con una forte carica di erotismo”. Nella lunga filmografia del regista di Newark, molti cult: “Il fantasma del palcoscenico”, con cui si fa notare dal grande pubblico internazionale, “Carrie-Lo sguardo di Satana” da Stephen King, con i giovanissimi John Travolta e Sissy Spacek, e poi “Vestito per uccidere”, “Omicidio a luci rosse”, “Scarface”, “Gli intoccabili”, fino al primo “Mission: impossible”, “Black Dahlia”, “Redacted”, Leone d’argento a Venezia, e il recente “Passion”, del 2012.

Intanto si sono concluse in Sardegna le riprese del suo nuovo film “Domino”, con Nicolaj Coster-Waldau (il Jamie Lannister de Il trono di spade) e Carice van Houten (la sacerdotessa de Il trono di spade) e Guy Pearce (Genius, Iron Man 3). Il thriller segue la storia di un poliziotto danese alla ricerca del criminale che ha ucciso il suo ex collega e migliore amico. Si trova, però, immischiato in un'indagine internazionale tra la CIA e l'ISIS.

Articoli correlati (da tag)

  • Torino Film Festival chiude con tremila spettatori in più e pensa al futuro Torino Film Festival chiude con tremila spettatori in più e pensa al futuro

    dall'inviato Giacomo Martini

    Torino - I dati complessivi delle presenze al 34° Torino Film Festival confermano la tendenza alla crescita fatta registrare dalle precedenti edizioni, frenata soltanto dalla capienza delle sale a disposizione e dal budget ridotto, che è rimasto lo stesso dopo i tagli imposti in anni recenti.

  • La Cina trionfa al Torino Film Festival La Cina trionfa al Torino Film Festival

    dall’inviato Giacomo Martini

    Torino - La Giuria di Torino 34 – Concorso Internazionale Lungometraggi, composta da Ed Lachman (USA, presidente), Don McKellar (Canada), Mariette Rissenbeek (Germania), Adrian Sitaru (Romania), Hadas Yaron (Israele), ha assegnato il premio come miglior film a “Juang Zhe / The Donor” di Qiwu Zang (Cina, 2016) con la seguente motivazione: “Siamo onorati di assegnare il premio a un film così meravigliosamente penetrante e poetico nella narrazione, nella performance, nella comprensione del mondo in cui proviamo a vivere. Pensiamo di aver trovato una nuova voce del cinema cinese che ci arricchirà tutti. Grazie”.

  • Torino Film Festival, il giorno di Roberto Bolle Torino Film Festival, il giorno di Roberto Bolle

    dall’inviato Giacomo Martini

    Torino - La 34° edizione del Torino International Film Festival ha girato la boa della prima parte della manifestazione e si accinge al rush finale.

  • Al Torino Film Festival, le cinque perle scelte da Salvatores Al Torino Film Festival, le cinque perle scelte da Salvatores

     

    dall’inviato Giacomo Martini

    Torino - Diventa sempre più difficile seguire il programma poliedrico e piuttosto tumultuoso che, anche quest'anno, caratterizza la 34° edizione del Torino Film Festival, abituati come eravamo nel passato, non troppo remoto, ad una proposta certamente organica e ricca, ma selezionata per temi, autori, tendenze e retrospettive ben definite.

  • Torino Film Festival apre con "Suffragette" Torino Film Festival apre con "Suffragette"

    Torino - “Suffragette” di Sarah Gavron (UK, 2015) è il film di apertura del 33° Torino Film Festival (20-28 novembre 2015).