Sabato, 20 Gennaio 2018 16:09

“Il continente umano”: quattro documentari in anteprima al cinema La Compagnia

Una scena del documentario "Pagine nascoste" Una scena del documentario "Pagine nascoste"

Firenze - Il Mese del Documentario sbarca al cinema La Compagnia di Firenze con quattro documentari in anteprima, sul tema “Il continente umano”.

La quinta edizione del Mese del Documentario, una delle manifestazioni più rappresentative dedicate al cinema del reale in Italia, con un programma che propone il meglio della produzione documentaristica italiana e internazionale, dopo l'anteprima a Roma si sposta in varie città italiane, tra cui Napoli, Palermo, Milano, Bologna, Nuoro, e dal 21 gennaio arriva al cinema La Compagnia di Firenze, con quattro appuntamenti domenicali che si protrarranno fino all'11 febbraio.

Il titolo di questa nuova edizione è “Il continente umano”. I film selezionati affrontano infatti, da punti di vista diversi, la condizione dell'essere umano contemporaneo in relazione alla storia e all'identità del proprio Paese.

Sono quattro i film in programma al Mese del Documentario - selezionati tra quelli premiati ai festival più prestigiosi del 2017 - che concorrono al Premio del Pubblico: “La convocazione”, di Enrico Maisto (21 gennaio), “Pagine nascoste”, di Sabrina Varani (28 gennaio), “This is Congo” di Daniel McCabe (4 febbraio), “Nowhere to Hide” di Zaradasht Ahmed (11 febbraio).

I film in programma raccontano la realtà da approcci e angolazioni diverse e testimoniano i molteplici stili cinematografici, delineando così anche lo sviluppo della cinematografia documentaristica contemporanea che, con i suoi autori e i suoi metodi, si sta affermando in tutto il mondo, grazie anche al grande contributo italiano.

L’iniziativa si svolge con la Direzione Artistica di Pinangelo Marino e la Direzione Organizzativa di Davide Morabito per Doc/it.

“Il Mese del Documentario è un piccolo gioiello, esso è reso possibile grazie all’impegno di persone che credono nelle storie, nel potere che hanno di cambiare opinioni, di muovere idee e di ispirare sogni e soluzioni per le nostre vite” afferma Davide Morabito, Direttore Organizzativo. “Quando poi queste storie arrivano dalla realtà, da quello che succede intorno a noi o nei più remoti angoli di questo pianeta, assumono una forza ancora maggiore. Le persone che stanno realizzando questo festival sono state toccate intimamente da queste storie. Ogni film è un viaggio che ci ha illuminato un orizzonte nuovo, e, facendoci uscire dalla nostra zona di comfort, ci ha reso più consapevoli e forti. Ed è per questo che lungo il nostro cammino abbiamo raccolto la partecipazione attiva di tante persone e realtà da tutta Italia, esercenti, operatori culturali, produttori e registi, che si sono messi in viaggio insieme a noi per offrire queste storie al pubblico."

Il Mese del Documentario è ideato e prodotto da Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani in collaborazione con Casa del Cinema e Kinema, con il supporto di SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori. Il progetto gode inoltre del patrocinio dell'Università Roma Tre.

 

Programma Mese del Documentario al cinema La Compagnia di Firenze

21 Gennaio ore 19, “La convocazione” di Enrico Maisto
(Italia, 2017, 56')
Produzione: Start, Rai Cinema
Distribuzione: ARCH Film con Slingshot Films
“Premio MyMovies – Il cinema dalla parte del pubblico” al 58° Festival dei Popoli
In Concorso ufficiale a IDFA 2017

Sessanta cittadini, estratti a sorte da un sistema informatico, prendono posto nell’aula in cui si celebrano i processi della II sezione della Corte d’Assise d’Appello. I fortuiti candidati passeranno un giorno intero fra le pareti rivestite d’onice, in attesa di sapere se, aldilà della propria volontà, saranno scelti dal Presidente della Corte per assurgere a un ruolo di cui molti non conoscevano nemmeno l’esistenza, il ruolo di giudice popolare. Il film racconta la cronaca di quella giornata particolare che porta cittadini comuni, uomini e donne che il caso pone sulle stesse panche, a contatto diretto per la prima volta con l’amministrazione della Giustizia.
Proiezione alla presenza dell'autore.

28 Gennaio ore 19, “Pagine Nascoste” di Sabrina Varani
(Italia, 2017, 67')
In occasione del Giorno della Memoria
Produzione: AAMOD Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, B&B Film, Istituto Luce Cinecittà
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà
Presentato Fuori Concorso al Festival di Torino 2017
Brani tratti dal romanzo “Sangue giusto” di Francesca Melandri, edito da Rizzoli Libri, letti dall'attrice Valentina Carnelutti.
Con Francesca Melandri
La scrittrice italiana Francesca Melandri affronta per la prima volta l’eredità del padre, aderente al fascismo durante il ventennio. Un passato che le era sconosciuto e che, attraverso ricerche in Italia e in Etiopia, la figlia indaga e rielabora per il suo nuovo romanzo, Sangue giusto (Rizzoli, 2017), confrontandosi infine con le rimozioni della memoria di un paese e del suo passato coloniale.
Proiezione alla presenza dell'autrice.

4 Febbraio ore 19, “This is Congo” di Daniel McCabe
(USA, 2017, 93', v.o. con sottotitoli in italiano)
Proiezione in collaborazione con Parallelo 41 Produzioni
Presentato Fuori Concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2017
Produzione: Vision Film Co., Turbo

Il film offre uno sguardo inedito e senza filtri sul conflitto più sanguinoso del mondo dai tempi della Seconda guerra mondiale, un conflitto ininterrotto, il più lungo del mondo, e su coloro che sopravvivono all'interno. Seguendo quattro personaggi avvincenti – un informatore, un comandante militare patriottico, una commerciante di minerali e un sarto sfollato – per la prima volta il film offre agli spettatori una istantanea globale sui problemi che affliggono questo incantevole Paese secondo una prospettiva autenticamente congolese. Il colonnello "Kasongo", Mamadou, Mama Romance e Hakiza incarnano la resilienza straordinaria di un popolo che, nel corso di più generazioni, è vissuto ed è morto a causa dell’ondata di brutalità generata dalla guerra.

11 Febbraio ore 19, “Nowhere to Hide” di Zaradasht Ahmed
(Iraq, Norvegia, Svezia, 2016, 78', v.o. con sottotitoli in italiano)
Premio Miglior film a IDFA 2016, anteprima italiana al Festival Middle East Now 2017.
Produzione: Ten Thousand Images

Il film ha vinto più di trenta premi in tutto il mondo ed è considerato dalla stampa internazionale uno dei documentari più importanti del 2016. Il regista segue per cinque anni la vita e la resistenza dell'infermiere iracheno Nori Sharif, che vive e lavora in una delle zone più pericolose del mondo, il cosiddetto “Triangolo della Morte”. Nel 2011, con il ritiro delle truppe internazionali, le immagini ritraggono storie di sopravvissuti carichi di speranza per il futuro. Quando nel 2014 l'ISIS avanza e occupa la città di Jalawla, anche Nori è costretto a scappare con la famiglia, e da quel momento decide di filmare se stesso in un lungo viaggio nel suo Paese.

 

 

Articoli correlati (da tag)

Liberamente