Mercoledì, 21 Febbraio 2018 15:47

Mibact, approvati i finanziamenti per lo spettacolo attraverso il fondo Fus

Il ministro Dario Franceschini Il ministro Dario Franceschini

di Giacomo Martini

Roma - La Consulta per lo spettacolo, il 16 febbraio scorso, ha approvato il riparto delle aliquote del Fus per l’anno 2018, mantenendo sostanzialmente inalterate le cifre per i vari comparti.

Il Fus 2017 previsto dalla Legge di stabilità era pari a 333 milioni 716 mila euro, successivamente incrementato con un intervento “una tantum” di 8 milioni di euro dal decreto Milleproroghe.

Il Fus 2018 (333 milioni 941 mila euro), sostanzialmente identico alla previsione della Legge di Stabilità 2017, garantisce comunque ai singoli comparti la dotazione prevista nel 2017 con l’aumento “una tantum” del Milleproroghe attraverso una rimodulazione interna che comporta la riduzione del valore delle “Residenze e under 35”, che troveranno copertura comunque in altro capitolo di bilancio, e la riduzione del valore dei “Progetti multidisciplinari, progetti speciali ed azioni di sistema”.

Il Ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, ha informato che per la nuova triennalità 2018/2020 sono pervenute 1317 istanze, rispetto alle 1344 della precedente triennalità. Inoltre ha comunicato che, in merito ai decreti conseguenti alla Legge sullo spettacolo, si sta procedendo ad avviare la fase di redazione, seppur la formalizzazione verrà compiuta dal nuovo Governo.

La Consulta, inoltre, su proposta del Presidente dell’Agis, Carlo Fontana, condivisa dal Ministro, ha approvato un ordine del giorno che raccomanda al Parlamento di evitare gli interventi singoli e specifici a soggetti già percettori di Fus, riconducendo tutte le risorse al Fondo Unico dello Spettacolo.

Articoli correlati (da tag)