Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 17:18

L'Italia vista dai maestri del Neorealismo: al via a Pistoia la rassegna "Cinemust"

La locandina del progetto Cinemust La locandina del progetto Cinemust

di Greta Donadello

Pistoia - Una nuova idea è nata tra i banchi di scuola: si tratta del progetto Cinemust, una rassegna cinematografica sul Neorealismo indirizzata sia ai ragazzi delle scuole superiori che a tutti gli interessati.

L'obiettivo dei ragazzi della 5^C s.a dell'Istituto Filippo Pacini di Pistoia, organizzatori del ciclo di appuntamenti, è quello di diffondere “la cultura cinematografica che ci riguarda strettamente”. Saranno infatti proiettati, come affermano i giovani ideatori, quei film che si “devono conoscere”, vere e proprie testimonianze della vita in Italia il 1943 e il 1948, gli anni della guerra e della lenta ricostruzione. Tutti gli spettacoli, quattro in totale, saranno proiettati il giovedì alle ore 21,15 nel cinema Roma, in via Ludesi 6, a pochi passi dal centro della città.

Per giovedì 8 marzo, prima data fissata per la proiezione degli spettacoli della rassegna, è in programma la visione del famossimo “Ladri di Biciclette” di Vittorio De Sica, al quale seguirà “Ossessione” di Luchino Visconti (15 marzo), “Roma città aperta” di Roberto Rossellini (5 aprile) e infine “Riso amaro” di Giuseppe De Santis (12 aprile).

Il costo di ogni biglietto è di soli 3 euro, poiché l'idea dei ragazzi è proprio quella “di poter fornire una cultura accessibile a tutti e secondo noi importante e stimolante per giovani e non”. L'organizzazione della rassegna è stata supervisionata dal critico cinematografico Michele Galardini che ha definito il Neorealismo come “uno specchio lucido del passaggio dell'Italia dal periodo bellico agli anni Cinquanta”.

I film scelti per la rassegna non sono, in effetti, semplici proiezioni cinematografiche ma vere e proprie testimonianze di questioni politiche, geografiche, sociali, culturali e morali che hanno contribuito a forgiare la storia del nostro Paese.

I biglietti degli spettacoli si possono acquistare sia alla biglietteria del cinema Roma la sera stessa della proiezieone, sia da Raffaele Inglese (uno fra i tanti ragazzi che hanno curato il progetto) contattabile attraverso l'indirizzo di posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o da Luca Barni (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Articoli correlati (da tag)