Mercoledì, 10 Ottobre 2018 14:52

“Sulla mia pelle” inaugura la quarta edizione di Presente Italiano

Una scena del film Una scena del film

Pistoia – Al via Presente Italiano con una giornata dedicata a uno dei “casi” cinematrografici dell'anno.

Sarà “Sulla mia pelle", drammatico racconto del regista Alessio Cremonini dedicato alla storia di Stefano Cucchi e alla settimana che cambiò per sempre la vita della sua famiglia a inaugurare, giovedì 11 ottobre a Pistoia, la quarta edizione di Presente Italiano.

Il festival, interamente dedicato alle opere nazionali più interessanti prodotte nell’ultimo anno tra fiction, documentario, sperimentazione, cortometraggi e animazione, è in programma dall’11 al 18 ottobre a Pistoia in vari luoghi della città, ed è organizzato da Associazione Promocinema per la direzione artistica di Michele Galardini.

Presentato come film d'apertura della sezione "Orizzonti" alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, ricevendo ben 7 minuti di applausi, la pellicola, mostra la triste realtà delle morti in carcere, raccontando le vicende del geometra romano Stefano Cucchi che nel 2009, dopo essere stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti, portato in caserma e messo in custodia cautelare, morirà una settimana dopo l’arresto. Il lungometraggio, distribuito da Netflix e Lucky Red, sarà introdotto da un collegamento Skype con Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo (legale della famiglia Cucchi) alle ore 18.00 presso l'auditorium Terzani della Biblioteca San Giorgio, in collaborazione con Associazione Stefano Cucchi.

La giornata si aprirà alle ore ore 17.30 presso la libreria “Lo spazio di via dell’Ospizio”, con la presentazione della mostra fotografica dedicata ai fratelli Vanzina, realizzata in collaborazione con Conad: una raccolta di circa 40 foto di scena dei film o di backstage inedite, una parte della quale sarà allestita anche nello store Conad di Viale Adua.

Focus tematico di questa edizione di Presente Italiano è infatti l’omaggio al cinema di Carlo ed Enrico Vanzina, quest’ultimo ospite del festival per celebrare, assieme al pubblico, il genere cult nazionalpopolare, dagli albori del cinepanettone alle esplorazioni nel genere a cavallo fra anni '80 e '90 e il racconto dell'Italia negli anni Duemila. L’evento sarà anche la prima occasione pubblica per ricordare con affetto Carlo Vanzina, scomparso lo scorso 8 luglio.

 

 

Articoli correlati (da tag)