Giovedì, 29 Novembre 2018 17:09

“Se son rose”, nell'ultimo film Pieraccioni racconta se stesso

Mariasole Pollio e Leonardo Pieraccioni Mariasole Pollio e Leonardo Pieraccioni

di Gina Nesti

FIRENZE - Cosa potrebbe accadere se una figlia mandasse di nascosto, dal tuo cellulare, un messaggio alle tue ex: “Sono cambiato. Riproviamoci!”?

 

La risposta è nel film “Se son rose”, scritto diretto e interpretato da da Leonardo Pieraccioni, presentato questa mattina alla Multisala Uci di Campi Bisenzio.

Una commedia autobiografica, raccontata con ironia ma anche con infinita tristezza che, in certi momenti strappa le lacrime.

Da oggi l’ultimo film del regista fiorentino arà nelle sale cinematografiche, distribuito dalla Medusa Film.

La pellicola racconta quello che accade a Leonardo Giustini (Pieraccioni), un giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web. La figlia quindicenne, Yolanda (Mariasole Pollio), stanca di vedere il padre che ha tirato i remi in barca per quanto riguarda i sentimenti, decide di mandare il fatale messaggino. Alcune delle ex rispondono all’appello e quella che era nata come una provocazione di un’adolescente, si trasforma in un divertente e emozionante viaggio nel tempo.

Accettare di incontrare di nuovo le ex fidanzate fa scoprire a Leonardo quanto possa essere grande l’amore per una figlia.

Ma questi incontri fanno anche rivivere al protagonista i motivi per cui si sono lasciati: la noia, le liti, la gelosia.

In uno dei primi ritorni al passato amoroso, Leonardo incontra Elettra (Gabriella Pession). La donna è docente di filosofia all’Università. Lei lo aspetta in aula insieme a gli studenti e lo presenta come l’uomo ritornante perché torna a farsi vivo dopo 10 anni con il messaggino . La ex lo propone agli studenti in modo simpatico, come se fosse il tema della lezione.

Angelica (Michela Andreozzi) è il primo amore di Leonardo. La donna ha perso la memoria , perlomeno una parte di memoria perché ricorda perfettamente che lui non è stato il suo primo uomo, come lui credeva, ma che prima di lui è stata a letto con altri e anche durante il periodo che stavano insieme, aveva avuto altre frequentazioni.

Benedetta (Caterina Murino) è diventata una suora laica che si dedica ad aiutare in modo particolare i disabili e gli anziani. Nel corso dell’incontro ricorda a Leonardo di quanto lui fosse noioso e ripetivo durante il loro rapporto.

Poi Fioretta (Antonia Truppo). Quando la incontra al ristorante la trova completamente cambiata, lei ha fatto i suoi percorsi nella vita, il più importante quello per diventare un uomo.

E Fabiola (Claudia Pandolfi), la ex moglie di Leonardo e madre di Yolanda. Una donna simpatica ed emancipata molto intelligente. I due sono rimasti amici.

Ginevra (Elena Cucchi) o Quarattotto, come la chiama lui è una amica particolare, un rapporto di amicizia e sesso senza impegno. Una ragazza ricca, simpatica e molto particolare che piace alla figlia Yolanda.

Dopo la proiezione del film Leonardo ha incontrato la stampa insieme a Mariasole Pollio e GianLuca Sibaldi musicista pistoiese, diventato ormai il punto di riferimento per le colonne sonore dei film di Pieraccioni.

“E’ un film quasi completamente autobiografico – ha spiegato Pieraccioni-. Un film verità. A 50 anni, dopo una figlia meravigliosa, dopo molte storie finite, ho raccontato una cosa che conosco perfettamente: gli uomini dopo tre anni non riescono a fare la maratona dell’amore, perché partono con l’infradito e non con le scarpe da ginnastica. Praticamente racconto coloro che hanno tirato i remi in barca, racconto quello che realmente è accaduto nel corso della mia vita”.

Il film vede il debutto anche di Martina, la figlia di Pieraccioni avuta dalla relazione con la Torrisi.

“Mia figlia si è molto divertita e si è perfino inventata il cinema a maniche corte. Dopo aver sofferto il caldo indossando una tuta da paracadutista per una scena, le ho chiesto se avesse voglia di ritornare con me sul set e mi ha risposto ‘accetto solo se potrò recitare a maniche corte’”.

Dopo molte battute ha concluso facendo i complimenti alla giovane attrice Pollio e all’amico musicita Gianluca Sibaldi (nella foto a destra).

Mariasole Pollio l’attrice quindicenne si è divertita molto nel corso delle riprese.

“Mi rivedo molto nel personaggio di Yolanda, lavorare con Leonardo è stato fantastico- ha detto-, lui è energia pura . E’ divertente e simpatico”.

Nel cast, accanto a Leonardo Pieraccioni, Elena Cucci, Michela Andreozzi, Caterina Murino, Claudia Pandolfi, Gabriella Pession, Antonia Truppo, Mariasole Pollio, Nunzia Schiano, Sergio Pierattini e Gianluca Guidi.

 

 

Articoli correlati (da tag)