Venerdì, 30 Novembre 2018 16:38

"Santiago" di Nanni Moretti chiude il Torino Film Festival

Il regista Nanni Moretti Il regista Nanni Moretti

di Giacomo Martini

Torino - Con “Santiago, Italia” di Nanni Moretti si chiude il Torino Film Festival.

Il film-documentario racconta, attraverso le parole dei protagonisti e i materiali dell'epoca, i mesi successivi al colpo di stato dell'11 settembre 1973 che pose fine al governo democratico di Salvador Allende, e si concentra in particolare sul ruolo svolto dall'ambasciata italiana a Santiago, che diede rifugio a centinaia di oppositori del regime del generale Pinochet, consentendo poi loro di raggiungere l'Italia.

Ma il Festival per ricordare Bernardo Bertolucci ha deciso di proseguire ancora di una giornata la manifestazione proprio per ricordare il grande regista. Infatti il 2 dicembre presso il Cinema Massimo è stato programmato un omaggio al regista con la proiezione di tre film con inizio alle ore 16.30.

Aprirà la rassegna “Novecento 1 e 2“ (1976) con Robert De Nito, Donald Sutherland, Laura Betti, proiezione in pellicola di recente restaurata dalla Cineteca Comunale di Bologna; a seguire, sempre con una pellicola restaurata dalla Cineteca di Bologna, “Il Conformista“ (1970) con Jean Luis Trintignan, Stefania Sandrelli, Dominique Sanda e Gastone Moschin; si chiude con “Io ballo da sola“ (1996) con Jeremy Airon.

Una scelta di grande sensibilità che qualifica ulteriormente la storia e la realtà del TFF e del suo direttore artistico, Emanuela Martini.

Articoli correlati (da tag)