Lunedì, 24 Luglio 2017 10:44

Tre giorni di jazz alla Rocca di Carmignano

Carmignano – Musica di qualità da ascoltare sdraiati sul prato, il vino Doc e Docg di Carmignano e una location mozzafiato. Un connubio perfetto per una manifestazione che punta a crescere e a rinnovarsi sempre di più: dal 26 al 30 luglio, dalle 19 a mezzanotte, ad allietare l’estate carmignanese torna “Suoni in Rocca”.

Quattro serate uniche, due a ingresso gratuito e due a prezzi popolari, durante le quali si alterneranno il jazz, lo swing e la musica d’autore. A salire sul palco “a picco” della Rocca di Carmignano, struttura che tiene gli artisti sospesi tra il pubblico sdraiato sul prato e lo straordinario panorama di luci della piana, Elisa Mini con il suo Trio (26 luglio), Osmann Gold Swing Orchestra (27 luglio), Bugo (28 luglio) e Uzeda (30 luglio).

“E’ con orgoglio che inauguriamo Suoni in Rocca – ha spiegato l’assessore alla Cultura Stella Spinelli – un festival di musica di qualità voluto dall’amministrazione e organizzato insieme al Jazz Club di Firenze e a Fonderia CultArt. Crediamo molto nella diffusione della cultura musicale e stiamo investendo in appuntamenti che abbiano la potenzialità di diventare dei veri e propri punti di riferimento dell’estate”.

I cancelli della Rocca verranno aperti alle 19, i concerti inizieranno alle 21,30. Durante i live sarà possibile degustare alcune delle migliori produzioni enologiche del territorio e un cocktail speciale realizzato per l’occasione con il vino di Carmignano. La prima a salire sul palco di Suoni in Rocca mercoledì 26 luglio sarà Elisa Mini con il suo trio. Il concerto, curato dal Circolo delle Quinte, è a ingresso gratuito. Toscana, cantante jazz affermata, Elisa si è esibita anche lo scorso anno a Carmignano. A maggio è uscito il suo primo disco solista, “Beyond the line”. A fine 2016 inizia a collaborare con Daniele Vettori e Andrea De Donato, rispettivamente chitarra e contrabbasso. Il trio propone un repertorio dal sapore internazionale e dalle atmosfere sofisticate, fra il jazz e il soul, con qualche escursione nel rock e nel pop.

Giovedì 27 si esibirà la Osmann Gold Swing Orchestra, big band di bravissimi musicisti toscani, presenti allo Street Art Festival dell’isola di Creta e al recente concerto per la Prato Estate. A Suoni in Rocca il gruppo presenterà un repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band ispirato al periodo swing degli anni ’30 e ’40. Ingresso gratuito.

I due successivi appuntamenti sono invece organizzati da Fonderia CultArt: venerdì 28 sul palco della Rocca arriva Bugo (Christian Bugatti), uno fra i cantautori più interessanti e apprezzati degli ultimi anni. Bugo ha portato una ventata d’aria fresca nel panorama della canzone d’autore italiana, tanto da essere definito un irrefrenabile rivoluzionario della canzone italiana o il pioniere del nuovo cantautorato italiano. Ingresso 10 euro prevendite disponibili su box office e boxol.it.

Suoni in Rocca chiude domenica 30 luglio con Uzeda, quartetto catanese. Primi italiani a firmare per un'etichetta statunitense, primi italiani ospiti alle John Peel Sessions, primi italiani a suonare al prestigioso festival All Tomorrow's Parties. Insieme a loro Sudoku killer + Bad girl. Ingresso 8 euro, prevendite disponibili su box office e boxol.it.

Articoli correlati (da tag)