Speciali Reportcult: Pistoia Blues


 
 

Venerdì, 13 Luglio 2018 15:08

Firenze, al via il Musart Festival tra musica, arte e fotografia

La passata edizione del Musart Festival in piazza Santissima Annunziata (foto di Marco Borrelli) La passata edizione del Musart Festival in piazza Santissima Annunziata (foto di Marco Borrelli)

Firenze - Roberto Bolle, Chick Corea, Jethro Tull, Ermal Meta, Baustelle, Francesco De Gregori, Remo Anzovino, Roberto Cacciapaglia, le Orchestre della Toscana e del Maggio Musicale Fiorentino.

Sono solo alcuni protagonisti di Musart Festival 2018, rassegna fiorentina in programma dal 17 al 28 luglio nella centralissima piazza della Santissima Annunziata, trasformata per il terzo anno in un elegante teatro all’aperto.

Musica, danza, ma anche arte, lezioni di rock e una mostra fotografica dedicata ai grandi concerti degli Ottanta e Novanta. Durante le serate si potranno visitare gratuitamente alcuni dei luoghi d'arte più significativi che si affacciano su piazza della Santissima Annunziata e piazza Brunelleschi. Ingresso libero anche alla mostra fotografica “Because the night”, all’Istituto degli Innocenti.

Inaugureranno martedì 17 luglio i Baustelle: il loro tour estivo propone con una scaletta ricca di novità e sorprese. Accanto alle canzoni dell'album “L’amore e la violenza vol. 2” , ideale sequel di successo de “L’amore e la violenza” uscito lo scorso anno, sfileranno classici di un repertorio che ha imposto i Baustelle tra le band più ispirate del panorama nazionale (biglietti da 22 a 35 euro).

Mercoledì 18 luglio a salire sul palco sarà l’Orchestra della Toscana con due note pagine di George Gershwin e Leonard Bernstein, “Rhapsody in blue” e “West Side Story”. La direzione sarà affidata a Timothy Brock, gran cultore del repertorio novecentesco e in particolare della musica da film (biglietti da 20 a 40 euro).

Venerdì 20 luglio Roberto Bolle presenterà “Roberto Bolle and Friends – special event” - Gala di danza di cui non è solo interprete, ma anche direttore artistico: un appuntamento speciale pensato per una città che da sempre ama l’“Étoile dei due mondi” (biglietti da 40 a 115 euro).

Sabato 21 luglio segna l’incontro tra musica e cinema, passato e presente: pianista tra i più creativi della scena strumentale contemporanea, Remo Anzovino presterà le proprie musiche al film “Il Cameraman”, capolavoro di Buster Keaton datato 1928. La serata è a ingresso gratuito, previa prenotazione.

Beatles vs Rolling Stones. All’eterna rivalità tra le due band è dedicata la “Lezione di rock” che Ernesto Assante e Gino Castaldo porteranno domenica 22 luglio a Musart. Musica da ascoltare, da vedere, da raccontare insieme ai due noti critici musicali. Anche questa serata è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Lunedì 23 luglio spazio a Chick Corea, mito vivente di quel jazz che affonda le radici nel ritmo latino e nella fusion: dopo venti anni, sarà l’occasione per vedere di nuovo sul palco la sua Akoustic Band, che allinea Corea con John Patitucci e Dave Weckl, straordinari musicisti e amici di lunga data (biglietti 50/43/30 euro).

Martedì 24 luglio si celebreranno i 50 anni dei Jethro Tull, altra leggenda della musica, versante rock-progressive: da “This Was” a “Aqualung”, da “Thick As A Brick” al sequel “TAAB2”, Ian Anderson e band attingeranno ai grandi successi della loro storia, in scena sfileranno anche special guest virtuali (biglietti da 30 a 60 euro).

Mercoledì 25 luglio Musart aprirà le porte a Francesco De Gregori, affiancato da una formazione sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano. La scaletta prevede i grandi classici e gioielli nascosti, canzoni “mai passate alla radio” e raramente eseguite dal vivo negli ultimi anni (biglietti da 26 a 45 euro).

Giovedì 26 luglio segna il gradito ritorno di Ermal Meta, nell’ambito del Non Abbiamo Armi Tour: canzoni – tra cui “Non mi avete fatto niente” cantata con Fabrizio Moro, vincitrice dell’ultimo Sanremo – intrise di sincerità e amore che scorrono attraverso ritmi incalzanti e momenti di grande intimità (biglietti 43/35/27 euro).

Venerdì 27 luglio Musart aprirà alla lirica, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e una serata dal titolo “Tutti all’Opera”: in programma brani e arie dai più amati melodrammi. Biglietto posto unico al prezzo speciale di 10 euro.

Il festival si chiuderà sabato 28 luglio con il concerto all’alba (ore 4,45) di Roberto Cacciapaglia, pianista e compositore di culto, apprezzato a livello internazionale per le sue musiche immaginifiche ed evocative. Il recital si svolgerà nell’incantevole cortile degli Uomini, all’interno dell’Istituto degli Innocenti (posti limitati, biglietto 10 euro).

Durante le serate gli spettatori potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto, palazzi monumentali adiacenti piazza della Santissima Annunziata e piazza Brunelleschi: tra questi lo Spedale degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, l'Istituto Geografico Militare, la Basilica di Santissima Annunziata, la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, Mensa della Caritas Diocesana – San Francesco.

Presso il salone Borghini dell’Istituto degli Innocenti si svolgerà la terza tranche della mostra fotografica “Because the night”: curata dall’agenzia New Press Photo, l’esposizione ripercorrerà i grandi concerti svoltisi a Firenze e in Italia negli anni 80/90 (ingresso libero).

I biglietti per gli spettacoli di Musart Festival 2018 sono disponibili in prevendita nei punti vendita BoxOffice Toscana e online su TicketOne.

Per chi lo desidera è disponibile il biglietto Gold Package che abbina ai primi posti di platea una cena a buffet e un ingresso al Museo degli Innocenti.

I prezzi dei biglietti sopraindicati non comprendono i diritti di prevendita.

Musart Festival è una produzione Prg Firenze con il contributo di Comune di Firenze/Estate Fiorentina 2018, Città Metropolitana di Firenze, Toscana Promozione Turistica, Fondazione CR Firenze, Trenitalia, con il patrocinio dell’Istituto degli Innocenti. Main sponsor Publiacqua. Sostengono il festival Sammontana, Unicoop Firenze, Prinz, Caffè Cesare Magnelli, Findomestic Banca, Engie.

 

 

Articoli correlati (da tag)