Martedì, 28 Agosto 2018 13:39

Cinque serate di grande musica: al via Settembre Prato è Spettacolo

Caparezza, tra gli ospiti più attesi del festival Caparezza, tra gli ospiti più attesi del festival

di Andrea Capecchi

Prato - Sarà una vera esplosione di grande musica la nuova edizione di Settembre Prato è Spettacolo.

Il Festival, giunto alla sua quarta edizione, è organizzato da Fonderia Cultart in collaborazione con il Comune di Prato e con il contributo della Regione Toscana. Anche quest'anno il Festival intende proporre una programmazione varia ed eterogenea che ha come fil rouge l'alta qualità musicale dei concerti in cartellone, e che si svolgeranno come sempre nella preziosa cornice di Piazza Duomo.

Si parte proprio con una vera festa musicale, con il ritmo rap e la vitalità di Caparezza (30 agosto), uno dei più amati e popolari cantautori italiani, che torna a Prato dopo tre anni per il lancio del suo ultimo album “Prisoner 709”, già certificato doppio disco di platino. Un gradito ritorno, sull'onda di un grande successo radiofonico e dei numerosi “sold out” fatti registrare in tutta la penisola.

Si prosegue con l'unica data in Italia di un gruppo cult dell'hard rock e del pop metal di fine anni Novanta come i The Darkness (31 agosto). La band londinese è stata in grado riportare alla moda look e folte chiome in pieno stile anni Settanta, e il loro hard rock ispirato a mostri sacri come Ac/Dc, Led Zeppelin, T-Rex, The Queen e Van Halen ha bucato gli schermi delle emittenti musicali internazionali e surriscaldato le radio di milioni di ascoltatori. A ogni rock party che si rispetti non possono mancare gli acuti in falsetto del cantante Justin Hawkins, accompagnati dalle schitarrate e dagli assoli del fratello Dan, che negli anni sono riusciti a portare avanti il proprio progetto musicale affrontando alti e bassi dovuti agli eccessi tipici del rock’n’roll, e hanno proseguito egregiamente la propria carriera, giungendo fino ad oggi con un nuovissimo album in studio, dal titolo “Pinewood Smile”.

Il 1 settembre in Piazza Duomo sarà la volta di una delle date più attese dell'estate rock italiana: il festival propone infatti un evento speciale che vedrà alternarsi sullo stesso palco gli Einstürzende Neubauten, i Deus ed i Blonde Redhead. I gruppi sono tre fra i più interessanti nomi della scena internazionale, insieme per la prima volta per cinque ore di live a tutto rock. Per gli Einsturzende Neubauten e per i Blonde Redhead si tratta inoltre dell'unica data in Italia.

Gli Einstürzende Neubauten sono una delle poche band tedesche che trasmettono a livello internazionale un impulso genuino attraverso il loro mix di tendenza, mescolando pop e rock, e dando vita a sperimentazioni musicali che investono anche il teatro, il cinema, la danza e le arti visive. Nati nella Berlino divisa dal Muro negli anni Ottanta, in quesi quarant'anni di carriera hanno influenzato numerose altre band e generi artistici, diventando anche fonte d’ispirazione per film e spettacoli, e contribuendo alla diffusione a livello internazionale della cultura pop e rock sperimentale berlinese.

In due decenni di carriera, i belgi Deus hanno forgiato un sound eccentrico e spiazzante, che pesca un po' ovunque, dall'art-rock di Captain Beefheart e Frank Zappa all'energia di Pixies e Sonic Youth, fino al guitar pop d'autore dei loro lavori più recenti. Possono essere considerati il più importante gruppo belga indie e la prima band che in Belgio ha firmato con una grande etichetta internazionale.

Il terzetto newyorkese dei Blonde Redhead, tra i pochi esponenti dell'indie americano, in quasi venticinque anni di anni di attività è passato dal rock noise degli esordi al raffinato dream pop, per arrivare alle sensuali trame elettroniche dell'ultimo album in studio, "Barragán", del 2014.

Il 2 settembre arriva il rock alternativo degli The Zen Circus con uno speciale opening set affidato a A Toys Orchestra. The Zen Circus si conferma come una certezza del rock indipendente Italiano, portabandiera indiscutibile della musica libera da vincoli. Questa attitudine è stata premiata nel tempo da un pubblico affezionato e sempre più trans generazionale, che riempie ormai da anni i migliori club e i migliori festival del Paese. Con l’album “La Terza Guerra Mondiale” hanno superato tutti i loro record, unendo il successo di pubblico anche gli apprezzamenti della critica. Gli A Toys Orchestra sono tra le più longeve edautorevoli band italiane che, contro ogni trend e moda passeggera, continuano a utilizzare per le loro canzoni la lingua inglese, molto più nelle proprie corde per ovvi motivi legati al genere da loro proposto. A quattro anni di distanza dall’ultimo lavoro, A Toys Orchestra tornano con il loro nuovo album “Lub Dub”.

Sempre il 2 settembre ma alle 18 nell'ex Cinema Garibaldi, un evento davvero speciale: Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo presentano “Way to Blue”, un omaggio in musica, parole ed immagini al fragile ma enorme talento di Nick Drake.

Infine, chiude le serete dei concerti Cristiano De André in un “Best of” dedicato alle più belle canzoni di suo padre, l'indimenticabile Faber (3 settembre). Con il progetto “De Andrè canta De Andrè” Cristiano ha attraversato l'Italia per riportare sul palco i più grandi successi del padre, attraverso concerti che non sono semplici cover di brani già noti, ma autentici viaggi musicali nell'anima e nella sfra più intima del grande Fabrizio.

Il palco dei grandi concerti ospiterà anche il tradizionale Concerto di Settembre della Camerata Strumentale Città di Prato, l'Orchestra della città, un appuntamento ad ingresso libero diventato ormai una tradizione settembrina con la grande musica.

A lato dei concerti tanti eventi collaterali, fra i quali segnaliamo la poetica Piazza dei Piccoli, che dal 30 agosto al 3 settembre offrirà intrattenimento creativo di alta qualità per bimbi creativi e per i loro genitori.

Tutte le informazioni sui biglietti e il programma dettagliato delle serate sono disponibili sul sito del Festival.

 

Articoli correlati (da tag)