Venerdì, 03 Maggio 2019 15:14

“Le cose illuminate”: a Pistoia una passeggiata tra poesia e musica

L'interno della libreria Les Bouquinistes, nata dall'iniziativa di Sergio Salabelle ed Elena Zucconi (foto di Andrea Capecchi) L'interno della libreria Les Bouquinistes, nata dall'iniziativa di Sergio Salabelle ed Elena Zucconi (foto di Andrea Capecchi)

Pistoia - Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia “Le cose illuminate”, una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle.

Una figura molto amata e apprezzata per la sua semplicità e genuinità, che attraverso la sua passione per i libri e la libreria “Les Bouquinistes” ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città.

L'associazione culturale SassiScritti, che dal 2011 organizza ad agosto “L'importanza di essere piccoli”, un festival di poesia e musica nei borghi e nei boschi dell'Appennino tosco-emiliano, ha da qualche anno una relazione speciale con la città di Pistoia. Un'affinità elettiva che nel tempo ha trasportato alcune delle attività dell'associazione dalla periferia montana alla capitale della cultura attraverso legami allacciati con persone eccezionali, amanti della poesia e della bellezza che con passione sostengono i progetti dell'associazione.

Ed è proprio per celebrare l'amicizia che il 10 maggio, dopo un periodo di assenza dalla città, SassiScritti su invito di Elena Zucconi, libraia e amica dell’associazione, organizza nel centro storico di Pistoia “Le cose illuminate”. Una passeggiata costellata da note e parole in ricordo di Sergio Salabelle, un amico che amava la musica e la letteratura e che ha contribuito a rendere migliore la sua comunità di riferimento.

L'evento, al contempo profondo e festoso, intimo e comune, partirà alle ore 20 dal giardino di Monteoliveto (presso l'entrata di fronte alla chiesa di San Benedetto) e sarà illuminato dall'allestimento artistico di Lucia Mazzoncini e Cecilia Lattari e accompagnato dalla musica di Agnese Donati, Francesco Biadene e Alessio Chiappelli, che condurranno i partecipanti fino alla libreria Les Bouquinistes.

Qui ad attendere il pubblico ci sarà un dialogo tra Azzurra D’Agostino di SassiScritti e il poeta Andrea De Alberti, che con la sua poesia saldamente legata alla tradizione novecentesca, quella più profondamente colloquiale, scrive di sé, della morte del padre e del rapporto con il figlio con un taglio nuovo rispetto ai canoni della poesia lirica. Questi temi entrano come controcanto in discorsi di altro tipo. Da quello paleoantropologico ed etologico che dà il titolo all'ultima raccolta di poesie “Dall'interno della specie” pubblicata nel 2017 da Einaudi.

I due condivideranno anche testi di grandi poeti, leggendo e commentando insieme le poesie che hanno ‘illuminato’ i loro percorsi.

Per sostenere questa passeggiata a ingresso gratuito si potrà lasciare una piccola donazione presso la libreria. Qui ad attendere le persone ci sarà un rinfresco semplice e qualche un dono-ricordo a sostegno della serata: piccoli oggetti fatti a mano, unici, preziosi. Collane, portachiavi, quaderni, segnalibri, manifesti e tantissime cose 'piccole ma buone', come è nello spirito dell'associazione.

 

Articoli correlati (da tag)