Giovedì, 27 Giugno 2019 16:16

Tornano in Montagna i concerti estivi del Serravalle Jazz

La conferenza stampa di presentazione della rassegna (foto di Andrea Capecchi) La conferenza stampa di presentazione della rassegna (foto di Andrea Capecchi)

di Andrea Capecchi

Pistoia – Per il secondo anno consecutivo il Serravalle Jazz va in tour per animare la Montagna pistoiese durante tutto il mese di luglio.

L’iniziativa, pronta a replicare il successo dello scorso anno, sceglie ancora una volta la Montagna pistoiese per proporre al pubblico cinque concerti gratuiti in quattro suggestive location: si comincia sabato 6 luglio a Gavinana per proseguire sabato 13 luglio a Orsigna, domenica 14 luglio a Campo Tizzoro, domenica 21 e domenica 28 luglio a Popiglio.

Conferenza stampa 3

Organizzato da Associazione Teatrale Pistoiese con la direzione artistica di Maurizio Tuci e il sostegno di Fondazione Caript, Comune di Serravalle Pistoiese ed Ecomuseo della Montagna pistoiese in collaborazione con i Comuni di Pistoia e San Marcello Piteglio, Serravalle Jazz in tour si distingue per la qualità dell’offerta musicale e la cura meticolosa nel reclutamento dei musicisti – le stesse che contraddistinguono il festival serravallino – grazie soprattutto alla guida di Maurizio Tuci.

“Molti festival musicali del territorio – hanno ricordato Ezio Menchi e Maurizio Tuci – hanno assunto con il passare degli anni una forma ibrida, mentre il Serravalle Jazz ha sempre mantenuto una proposta coerente dal punto di vista artistico, fedele alla sua anima jazz, swing e blues fin dalle origini. Il festival ha cercato, inoltre, di far incontrare artisti internazionali e musicisti pistoiesi nell'ottica di una giusta valorizzazione delle esperienze musicali di qualità presenti nella nostra città, per diventare nel tempo uno strumento di diffusione della cultura musicale del genere jazz, sia a livello internazionale che locale. Sulla scia del successo dell'anno passato, per la seconda volta il Serravalle Jazz compie un tour estivo nei paesi della Montagna pistoiese. Sarà un'occasione unica per assaporare un percorso musicale all insegna del grande jazz nei luoghi più suggestivi della nostra montagna, con eventi diffusi che vogliono coinvolgere un pubblico di giovani e adulti, di cultori del genere ma anche di semplici curiosi”.

Conferenza stampa 2

La prima tappa è in programma sabato 6 luglio alle 18 a Gavinana. Teatro dell’esibizione sarà la bella Pieve di Santa Maria Assunta e “12 composition for improvisation” è il titolo del concerto di cui sarà protagonista Riccardo Fassi.

Fassi suonerà lo storico organo Agati-Tronci della Pieve seguendo un nuovo programma che alterna improvvisazioni e composizioni originali dal recente cd “Portraits of interior landscape”.

Sabato 13 luglio alle 17 l’appuntamento è a Orsigna con i Dusty Broom, che porteranno al Molino di Giamba – in caso di pioggia l’evento si terrà nella chiesa di Sant’Atanasio – il concerto “Thunder Revue”. Il gruppo è composto da: Elio Capecchi, voce e chitarra; Fabrizio Berti, voce e armonica; Andrea Pagliari, chitarra, dobro e voce; Chiara Bondi, violino; Aurelio Fragapane, fisarmonica; Toland Antonini, contrabbasso; León Monfardini, batteria.

I “Dusty Broom” raccontano “l’altro” rock: quello dimenticato, sussurrato, povero ed emarginato, quello dei losers, degli straccioni e dei poeti di strada, già messo in letteratura da scrittori americani come Kerouac e Bukowski. Blues, country, folk, rock dei primi anni del Novecento: da Robert Johnson a Muddy Waters, da Woody Guthrie a Bob Dylan, da Johnny Cash a Springsteen.

Domenica 14 luglio alle 17 a Campo Tizzoro la sede del progetto MO.TO.R.E. ospiterà l’esibizione di Soul & Blues Connection, ovvero la voce di Deviana P. e Yelena Baker, la chitarra di Leo “Goodies” Boni, il sax di Cris Pacini, il basso di Antonello Solinas e la batteria di Luca Giometti.

La band nasce nel 2015 da una reunion di musicisti che suonavano insieme negli anni Ottanta. Di nuovo uniti dalla passione del rhythm&blues e del soul, Luca Giometti, Leonard Boni, Anthony Solinas e altri amici riformano un gruppo che propone un fantastico repertorio di black music interpretato da vocalist d’eccezione come Deviana P. e Yelena Baker. Un tributo alla musica nera al femminile, pensato e realizzato seguendo il periodo storico che va dagli anni Sessanta ai nostri giorni attraverso le figure delle più grandi interpreti.

Domenica 21 luglio alle 17 il teatro Mascagni di Popiglio farà da scenario all’esibizione di “Francesco Zampini trio”, gruppo formato da Francesco Zampini alla chitarra, Walter Paoli alla batteria e Michelangelo Scandroglio al contrabbasso. Con loro, nel ruolo di ospite d’onore, Alessandro Lanzoni al pianoforte.

L’ultima tappa è in programma domenica 28 luglio alle 17 sempre al teatro Mascagni, dove Fat Fingers Sax Quartet Plus Two si esibirà nello spettacolo “Hermetico”. Fanno parte del complesso Federica Gennai, la voce, Moraldo Marcheschi al sax soprano, Renzo Cristiano Telloli al sax alto, Alessandro Rizzardi al sax tenore, Rossano Emili al sax baritono e Andrea Pacini alle percussioni.

“Hermetico” è un progetto inedito dedicato alla musica del compositore e polistrumentista brasiliano Hermeto Pascoal. Gli arrangiamenti originali curati da Rossano Emili prevedono un organico inconsueto con accanto al “Fat Fingers Sax Quartet”: la voce di Federica Gennai e le percussioni di Andrea Pacini.

Articoli correlati (da tag)