Mercoledì, 04 Settembre 2019 10:41

"Ceppo Pant Pant", poesia e natura nella valle dell'Orsigna

La valle dell'Orsigna La valle dell'Orsigna

Pistoia – Il Premio Ceppo Pistoia organizza la prima edizione del “Ceppo Pant Pant: Poesia Arte Natura Trekking” nella Valle dell’Orsigna.

L’evento si intitola “Risalendo con i giovani poeti la Valle dell’Orsigna” e si svolge non a caso in una data significativa per la storia civile dell’Italia. Domenica 8 settembre 2019 in Piazza dell’Orsigna (in caso di pioggia presso l’Associazione culturale Orsigna) alle ore 17.00 il poeta e educatore Paolo Fabrizio Iacuzzi, presidente e direttore del Premio, ha invitato cinque giovani poeti under 40 per un reading di poesia e pensiero in movimento, come testimonianza diretta dalla camminata da Pracchia ad Orsigna (partecipazione a numero chiuso e su invito) che si svolgerà nella mattinata dello stesso 8 settembre da Pracchia a Orsigna seguendo il corso del fiume Orsigna. Alle ore 18.00 ci sarà una degustazione pubblica dei prodotti tipici della montagna pistoiese.

I giovani poeti partecipanti sono tutti emergenti nel panorama della poesia italiana: Giulia Martini (vincitrice del Premio Ceppo Poesia Under 35 - 2019), Dimitri Milleri, Bernardo Pacini, Francesco Vasarri e Giulia Venturi.

Venturi e Pacini abitano proprio a Orsigna e guideranno gli altri lungo il sentiero fino al Molino di Gamba (sede di un Museo della Montagna Pistoiese) e al Ristorante la Selva per una sosta di ristoro. Ci sarà anche la musica eseguita alla chitarra classica da Gabriele Putzulu.

Nel manifesto dell’iniziativa, due personaggi-fumetto, elaborati dall’episodio “Accogliere i pellegrini” nel Fregio dell’Ospedale del Ceppo, guideranno simbolicamente il cammino proiettati dal Medioevo nell’epoca moderna, proponendo una riflessione sui valori dell’accoglienza e dell’integrazione, attraverso l’elaborazione attiva del pensiero e della poesia. Un’occasione di festa ma anche di riflessioni attraverso le testimonianze dei poeti che faranno la risalita, letture di poesie e di brani in prosa, proprio nella ricorrenza civile dell’8 settembre. Un cammino di educazione alla bellezza come presa di coscienza attraverso l’arte, la natura e la poesia del ruolo di cittadinanza attiva che deve essere proprio di ciascuno.

Verrà fatto un omaggio non solo a Tiziano Terzani, nume tutelare della Valle dell’Orsigna, ma soprattutto ai due poeti Piero Bigongiari e Mario Luzi che nel 1957 risalirono la Valle dell’Orsigna, come dimostra una poesia di Bigongiari, Risalendo con Mario La Valle dell’Orsigna, scritta nel settembre del 1957 e pubblicata nel libro “Le mura di Pistoia” (Mondadori 1958). Il poeta Mario Luzi aveva a Pracchia una casa di villeggiatura e Bigongiari era suo ospite.

I cinque giovani poeti sono stati invitati insieme ai loro accompagnatori e a pochi altri per partecipare a una camminata che durerà all’incirca quattro ore. I poeti percorreranno a piedi il sentiero che da Pracchia, risalendo il fiume, arriva a Orsigna. Il tragitto attraverserà la splendida valle, chiusa fra le cime rotonde e verdeggianti degli Appennini: «Áltera le cime / che chiudono la valle», scrive Piero Bigongiari nella poesia Risalendo con Mario la valle dell’Orsigna, del 1957. Durante la camminata i poeti potranno contemplare una natura ancora incontaminata e rigogliosa, una grande varietà di bosco, tra cui castagneti centenari, ma anche soffermarsi a dialogare e scrivere.

Durante l’ultima parte dell’escursione, poco prima di arrivare nella piazza del paese, è prevista una visita guidata alla filiera della castagna al Molino di Giamba. Il percorso, che fa parte degli itinerari dell’Ecomuseo della montagna pistoiese, mostra come avviene la produzione della farina di castagne: dalla raccolta, passando per la seccatura nel metato, fino alla macinatura nel molino. Attraverso questa visita si potrà riscoprire antiche tradizioni locali, entrando in contatto ancora più profondamente con la cultura e la storia del territorio. I poeti faranno poi una sosta al Ristorante La Selva per il pranzo, con un menu appositamente preparato dalla chef Silvia Giuntoli, moglie di Aldo Venturi, che nell’occasione farà da guida all’intera risalita.

 

Articoli correlati (da tag)