Sabato, 07 Settembre 2019 18:30

Venezia 76, tre film premiati alle Giornate degli Autori

Una scena de "La Llorona" di Bustamante Una scena de "La Llorona" di Bustamante

di Giacomo Martini

Venezia - In attesa dei vincitori del Leone d’Oro al miglior film, proponiamo i premi delle Giornate degli Autori.

L’opera del regista guatemalteco Jayro Bustamante è stata premiata dalla giuria presieduta dal cineasta brasiliano Karim Ainouz e composta dai ventotto giovani spettatori del progetto 28 Times Cinema, provenienti ognuno da un diverso Paese dell’Unione Europea. “La Llorona” ha avuto la meglio sugli altri 10 titoli in concorso. Si legge nella motivazione della giuria: “Bustamante, una delle voci più singolari del cinema dell’America Latina, intreccia un ritratto della tragica storia del Guatemala e le sue ferite aperte ispirato all’omonimo racconto popolare. La combinazione di poesia e politica costruisce una fiaba inquietante e acuta che parla non solo del passato ma anche del presente. La Llorona è un’intima storia di fantasmi raccontata attraverso un vivido personaggio femminile che tratta i temi della perdita, della negazione e dell’accettazione”.

Il GdA Director’s Award ha un valore di 20.000 euro: metà è destinata al regista, l'altra metà al venditore internazionale Film Factory Entertainment, per aiutare la circolazione internazionale del film.

Il pubblico delle Giornate degli Autori ha scelto invece “Un Divan à Tunis”, opera prima di Manele Labidi con protagonista la star del cinema mediorientale Golshifteh Farahani, per il premio assegnato da BNL Gruppo BNP Paribas.

Infine, il Label Europa Cinemas è andato a “Corpus Christi”, terzo film del polacco Jan Komasa. La motivazione: “Corpus Christi di Jan Komasa è un attraente connubio di tragico e comico – a volte violento, a volte toccante. Perno del film, la performance sorprendente e di assoluto rilievo di Bartosz Bielenia nel ruolo del carismatico Daniel, giovane delinquente che trova nel sacerdozio una via d'uscita dalla sua condotta criminale. Un film da mostrare al pubblico di tutta Europa”.

Il Label consiste in un contributo economico alla distribuzione e alla produzione nonché alla permanenza del film vincitore nelle sale aderenti al network.

 

Articoli correlati (da tag)