Lunedì, 21 Ottobre 2019 15:20

Murray e Davis premiati alla Festa del Cinema di Roma

L'attore Bill Murray L'attore Bill Murray

di Giacomo Martini

Roma - Da sempre i festival o le feste del cinema sono l’occasione di assegnare premi alla carriera e invitare artisti di grande rilievo internazionale.

La Festa del Cinema di Roma non poteva esentarsi da questo obbligo mondano che ci richiama una tradizione ormai consolidata.

Due quest’anno i riconoscimenti alla carriera: il primo ad uno dei volti più anticonvenzionali e amati del cinema americano, Bill Murray. Il Premio sarà consegnato dal regista Wes Anderson, l’artista che più di ogni altro ha contribuito a farne una icona popolare. Prima della consegna il regista dialogherà con il suo amico per ricordare l’eccezionale sodalizio che lega i due protagonisti di numerosi film da “Rushmore“ a “Tenenbaum“, da “Le avventure acquatiche di Steve Zizzou“ a “Il treno per Darjeerling”, fino a “Grand Budapest Hotel“ e “L’isola dei cani“.

Il secondo premio alla carriera sarà assegnato a Viola Davis, vincitrice del premio per la Migliore Attriice agli Emmy Award nel 2015, per l’interpretazione di Annalise Keating nella serie TV “Le regole del delitto perfetto“, diventando la prima donna di colore a ricevere un tale riconoscimento. L’attrice è fortemente impegnata come attivista per i diritti civili. Una scelta condivisibile e di rilevante importanza politica e culturale.

Un’altra delle tradizionali sezioni della Festa romana sono gli “Incontri Ravvicinati“ nei quali una serie di artisti di livello internazionali incontrano il pubblico.

Quest’anno i protagonisti sono: Ethan Coen, regista, sceneggiatore che insieme al fratello a firmato importanti sucecssi come “Il Grande Lebowski”; Edward Norton, regista di film come “Schegge di paura”, “American History X“ e “Birdmman“; Ron Howard, regista, attore e produttore; Kore-eda Hirozaki a cui quest’anno il festival dedica una retrospettiva; Fanny Ardant, straordinaria attrice francese protagonista anche iun molti film italiani, quest’anno un suo film proposto nella Festa ha ottenuto un grande successo da parte del pubblico; Bret Easton Ellis, scrittore di fama mondiale; John Travolta, uno degli attore più amati anche dal pubblico italiano; Olivier Assayas, autore tra i più interessanti del nuova panorama del cinema francese, critico ed uno dei protagonisti della rivista “Cahiers du Cinema“; Bertrand Tavernier, regista, sceneggiatore e critico cinematografico, terrà una lezione sul cinema di Renoir; Zhangke e Zhao Tao, il primo regista tra i più importanti del cinema cinese, la seconda ballerina ed interprete dei suoi film.

Un panorama di primo livello che si commenta da solo.

Articoli correlati (da tag)