Mercoledì, 13 Novembre 2019 16:46

“Il curatore racconta”: una visita guidata a “Pistoia Novecento”

Un'immagine dell'esposizione "Pistoia Novecento" Un'immagine dell'esposizione "Pistoia Novecento"

Pistoia - Sabato 16 novembre alle ore 16 la curatrice Annamaria Iacuzzi propone una visita guidata alla mostra “Pistoia Novecento”.

Un’attenzione particolare sarà dedicata alle opere di alcuni straordinari scultori come Andrea Lippi, Marino Marini, e Corrado Zanzotto. La visita avviene in occasione di un importante prestito dal Museo del Novecento di Milano, il Ritratto di Angelo Lanza di Marino Marini, che va ad arricchire il percorso espositivo di Pistoia Novecento 1900-1945.

Marino Marini eseguì il Ritratto di Angelo Lanza nel 1927, mentre nel 1928 espose alla Prima Mostra Provinciale d’Arte la testa del fratello, Giuseppe Lanza del Vasto, critico, poeta e filosofo che assieme a Giovanni Costetti in quel momento indirizzava gli sforzi e le aspettative dei giovani artisti della generazione attiva tra le due guerre.

Il Ritratto di Angelo Lanza – insieme a L’idiota (Collezione Fondazione Marino Marini), a La maschera, e ai rilievi esagonali con putti – ben documenta l’opera del giovane scultore: la sua ricerca è caratterizzata da una sperimentazione che lo porta spesso a indagare in direzioni a volte contrapposte.

“Affiancati l’uno all’altro, L’idiota e la testa di Angelo Lanza – afferma Annamaria Iacuzzi -ci propongono la lettura parallela e straordinaria di due forme scultoree che sembrano contraddire la comune paternità artistica. Nelle cronache a recensione della mostra pistoiese i critici sottolineavano come in alcune sculture di Marino vi fossero da un lato fin troppa aderenza al dato reale con esiti quasi ‘grotteschi’; dall’altro una ricerca di sintesi estrema dei volumi che poteva ricordare la ‘struttura sommaria’ della scultura fiorentina del Quattrocento. È inoltre il trattamento della materia, in entrambe le teste, a colpire lo spettatore: densa e tattile quella dell’Idiota si offre alla luce con mille varianti epidermiche; scarna e incisa da tagli affilati, quella del Ritratto di Angelo Lanza è velata da una patina policroma che aumenta, se possibile, il senso di mistero che promana da questa scultura”.

La visita è l’occasione per ammirare anche il bel Ritratto di Adriana Mariotti di Umberto Mariotti, recentemente arrivato in prestito dal Museo Civico di Pistoia.

Gli altri appuntamenti del weekend comprendono, sabato 16 novembre alle 16, l’attività per genitori e bambini Al museo in famiglia e, domenica 17 novembre alle 16.30, la visita guidata alla mostra Italia Moderna 1945-1975 con un approfondimento su Ketty La Rocca e l’Arte Concettuale. Inoltre, sabato 16 novembre alle 17 all’Antico Palazzo dei Vescovi lo storico dell’arte Andrea Baldinotti, per il ciclo Incontri a Palazzo, ci introduce al tema La preziosa “melanconia” di Giovanni Martinelli.

Articoli correlati (da tag)