Venerdì, 07 Febbraio 2020 16:20

Premio Ceppo: un mese di incontri, letture e premiazioni

Gli organizzatori e i promotori del Premio Ceppo Gli organizzatori e i promotori del Premio Ceppo

di Andrea Capecchi 

Pistoia – Un ricco programma di incontri con autori, presentazioni, premiazioni, seminari e approfondimenti letterari.

La sessantaquattresima edizione del Premio Letterario Internazionale Ceppo, il primo premio italiano dedicato al racconto, diretto e presieduto da Paolo Fabrizio Iacuzzi, si svolgerà a Pistoia e a Firenze dal 14 febbraio al 15 marzo in una manifestazione dal titolo “Ceppo Biennale Racconto”, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e grazie al contributo e all'ospitalità del Comune di Pistoia con la Biblioteca San Giorgio e del Consiglio regionale della Toscana.

“Come tengo spesso a ribadire – ha affermato il presidente Paolo Fabrizio Iacuzzi – il Premio Ceppo non è un festival, ma un progetto educativo rivolto allre giovani generazioni. E come sempre saranno protagonisti i ragazzi under 35, che il prossimo 15 marzo voteranno il vincitore del Premio Letterario Internazionale. Ache quest'anno avremo un mese denso di eventi a Pistoia e a Firenze con ospiti di livello internazionale come Marion Poschmann, Luisa Mattia, Georgi Gospodinov e Marta Morazzoni, oltre alle premiazioni dei vincitori dei premi speciali, una tavola rotonda sul mito e il racconto, e l'atteso omaggio a Francesco Guccini “scrittore” con la presentazione del suo lavoro letterario “Trallumescuro”. Il Premio Ceppo rinnova inoltre il coinvolgimento delle scuole pistoiesi, con i ragazzi delle medie impegnati nei laboratori letterari e nelle recensioni delle opere in concorso, e gli studenti di due classi dei licei “Pacini” e “Mantellate” che svolgeranno un progetto di alternanza scuola-lavoro”.

Un Premio sempre più internazionale, diffuso sul territorio e aperto ai giovani, che si pone tra I principali obiettivi quello di avvicinare le nuove generazioni – spesso, a torto o a ragione, accusate di “leggere poco o nulla” e di non appassionarsi più al piacere della letteratura – a opere di narrativa contemporanea in grado di stimolare curiosità e interesse verso i libri e la lettura come strumenti per comprendere il mondo e allargare i nostri orizzonti.

In sede di presentazione, la Giuria del Premio ha annunciato i nomi dei tre finalisti di questa edizione del Ceppo Biennale Racconto, che il prossimo 15 marzo nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale si contenderanno l'ambito riconoscimento: Loredana Lipperini con “Magia nera”, Massimo Onofri con “Isolitudini” e Federico Pace con “Scintille”. Il Premio Ceppo Racconto Under 35 è tato assegnato a Marco Marrucci con “Ovunque sulla terra gli uomini”.

Marta Morazzoni e Georgi Gospodinov, insieme ai tre finalisti e a Marrucci, parteciperanno a una tavola rotonda il 14 marzo alle ore 17 alla Biblioteca San Giorgio sulla potenza del mito e sulle strategie del racconto a partire dalle Letture sul racconto presentate.

Evento speciale del Premio Letterario Internazionale Ceppo sarà l'incontro del 12 marzo (ore 17 Palazzo Comunale di Pistoia, Sala Maggiore): Francesco Guccini racconta il suo nuovo libro “Tralummescuro: ballata per un paese al tramonto” con Paolo Fabrizio Iacuzzi e Alberto Bertoni. Nel racconto sincero e appassionato della sua terra, in una raffinata partitura che oscilla senza sosta tra elegia e ballata, poesia e commedia, Guccini riesce ad armonizzare dialetto pavanese e coltissime citazioni poetiche, facendo riecheggiare nei silenzi della montagna ricordi di infanzia e memorie collettive, sedimentate strato su strato, generazione dopo generazione. Un'occasione unica per iniziare a mettere a fuoco e a studiare a fondo il Francesco Guccini scrittore in vista anche del convegno su di lui, promosso da Premio Internazionale Ceppo, che si svolgerà in autunno in due prestigiose università.

 

Articoli correlati (da tag)