Venerdì, 14 Febbraio 2020 17:04

Teatro Bolognini, torna “Piccolo Sipario” per bambini e famiglie

Una scena dello spettacolo "Biancaneve" Una scena dello spettacolo "Biancaneve"

Pistoia - "Piccolo Sipario" rilancia e invita le scuole e il pubblico delle famiglie per tre nuovi appuntamenti primaverili di spettacolo.

Gli spettacoli andranno in scena dall'8 marzo al 21 aprile al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia.

La rassegna è promossa dall'Associazione Teatrale Pistoiese con Comune di Pistoia, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Regione Toscana, MiBACT, il sostegno importante di Unicoop Firenze ed il comtributo della Gelateria Monterosa.

Sette recite in tutto (3 per le famiglie, alla domenica pomeriggio e 4 per le scuole, la mattina), che vedranno coinvolte alcune tra le compagnie più qualificate e attive anche sul fronte del teatro per l'infanzia (Giallo Mare Minimal Teatro, il Teatro Del Carretto e Pupi di Stac) per un'offerta teatrale di qualità che mira ad oltrepassare le generazioni ed entrare in sintonia con i più piccoli.

L'apertura è stata affidata ad uno spettacolo dedicato al Genio del Rinascimento, "Come Leonardo", scritto da Renzo Boldrini, diretto da Vania Pucci e prodotto dalla compagnia Giallo Mare Minimal Teatro, una delle realtà italiane antesignane nell’uso drammaturgico e scenico delle nuove tecnologie di riproduzione del suono e della computer-grafica; protagonista Tommaso Taddei.

Nell'anno 2019 si è celebrato il cinquecentenario della morte del Genio per antonomasia, Leonardo da Vinci. Chi meglio di un artista, ingegnere, scienziato, ma soprattutto uno straordinario visionario capace di vedere oltre il vedibile, nel tempo e nello spazio, per insegnare ai bambini ad essere curiosi, intraprendenti e creativi. Un viaggio di conoscenza che il bambino compie mischiando reale e possibile, utilizzando la sua attitudine alla simulazione, al gioco come prima palestra di esplorazione e conoscenza simbolica del mondo. (domenica 8 marzo, ore 16; 9 e 10 marzo, ore 10 – fascia d’età: 6/10 anni).

Immancabili i burattini di Pupi di Stac, la compagnia fondata nel lontano 1946 da Carlo Staccioli, poi portata avanti, con lui, da Laura Poli e ora diretta dal figlio di Laura, Enrico Spinelli: bellissimi i loro 'pupi’ in legno intagliato, alti 60 cm che hanno, unici nella tradizione italiana, figura intera. Stavolta la compagnia ripropone una fiaba classica, come Il gatto con gli stivali, rivisitata con vena più scanzonata ed ironica, che prende un po’ le distanze dall’impostazione moralistica e punta l’attenzione sul personaggio del Gatto, nella cui scaltrezza il pubblico dei bambini volentieri s’immedesima, quasi ad esorcizzare le difficoltà e le inadeguatezze dei piccoli di fronte al complesso mondo degli adulti. Enrico Spinelli firma testo e musiche, la regia è di Pietro Venè, che ne è anche interprete assieme a Margherita Fantoni e Patrizia Morini (domenica 22 marzo, ore 16 per le famiglie; fascia d’età: 3/10 anni).

Il cartellone si conclude con un grande classico dei Fratelli Grimm, Biancaneve, nello 'storico' allestimento del Teatro Del Carretto, firmato da Maria Grazia Cipriani, con le scene e i costumi di Graziano Gregori: progettato e realizzato nel 1983, accolto fin da subito come un piccolo capolavoro, si è confrontato nell’arco di questi trentasette anni con il pubblico appartenente alle culture più diverse, dall’Egitto al Giappone, da Israele alla Russia, raccogliendo ovunque entusiasmi autentici e dimostrando di superare naturalmente ogni ostacolo linguistico ed ogni trascorrere del tempo. Una microscopica Biancaneve, una Matrigna impersonata da una vera attrice ed i nani a grandezza naturale che arrivano a sorpresa dal fondo della sala, per diventare poi piccolissimi una volta entrati sul palco... In scena Giacomo Pecchia, Giacomo Vezzani, Anna Solinas, Ian Gualdani (domenica 19 aprile, ore 16.00 per le famiglie; 20 e 21 aprile, ore 10.00; fascia d’età: a partire dai 5 anni).

Invariati i prezzi degli spettacoli: euro 6,00 (per le scuole, docenti omaggio; prenotazioni 0573 991607) e euro 7,00 (per le recite familiari).

 

 

Articoli correlati (da tag)