Speciali Reportcult: Pistoia Blues


 
 

Domenica, 28 Giugno 2020 14:49

Torna “un Prato di libri” al Castello dell’Imperatore

Il Castello dell'Imperatore durante il festival (foto di Angela Bartoletti) Il Castello dell'Imperatore durante il festival (foto di Angela Bartoletti)

Prato – Torna al Castello dell’Imperatore l’allegra compagine di “un Prato di libri”.

Martedì 30 giugno, dalle 18, promuove un pomeriggio di festa e allegria nel segno della lettura con “ma che bel castello saluti e baci da un Prato di libri”. Riemerso dai lunghi mesi di lockdown imposto dall’emergenza sanitaria, il festival che avrebbe avuto fra fine marzo e aprile i suoi appuntamenti clou, propone un’iniziativa per condividere insieme al suo pubblico di grandi e piccoli e alcuni amici storici della rassegna, un momento in cui ritrovarsi e riallacciare le fila di un percorso bruscamente interrotto.

Insieme ai volontari dell’associazione il Geranio che da 8 anni organizza un Prato di libri ci saranno due fra i tanti amici storici che hanno accompagnato negli anni il festival della lettura per bambini e ragazzi under 18: Stefano Bordiglioni e Roberto Parmeggiani.

Scrittore e musicista, protagonista di alcune delle Notti bianche promosse in gennaio e autore di divertenti canzoni e filastrocche per i più piccoli, Stefano Bordiglioni, saprà ricreare quella magica atmosfera che tiene inchiodati e con la bocca aperta per lo stupore tutti i partecipanti dando voce a musica e parole.

Roberto Parmeggiani, scrittore, educatore e attualmente sindaco di Sasso Marconi, mostrerà invece l’inedito "Vessillo Rodariano", la bandiera ispirata a Gianni Rodari e a Bruno Munari, ideata e realizzato da Fabio Giusti di Trafi Creatività tessile, che avrebbe aperto il cammino letterario fra Prato e Bologna lungo la Via della Lana e della Seta.

In programma a marzo e rimandato al prossimo anno, il gemellaggio-cammino con la città emiliana avrebbe portato un Prato di libri alla Fiera internazionale del libro di Bologna.

Gli organizzatori non mancheranno di salutare e ringraziare tutti i Comuni della provincia pratese che da sempre sostengono sui loro territori la rassegna, un ringraziamento particolare all’assessore alla cultura del Comune di Prato che ha concesso l’uso del Castello. Gran finale alle 19.30 con letture ad alta voce a cura dei volontari di un Prato di libri. La capienza del Castello è ampia, ma il distanziamento fisico richiesto dalle norme anti-Covid riduce drasticamente il numero dei posti disponibili. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Un Prato di libri è promosso da Il Geranio onlus con il contributo e patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Prato, Comune di Prato e di tutte le amministrazioni comunali della Provincia (Montemurlo, Vaiano, Vernio, Cantagallo, Poggio a Caiano e Carmignano).

Articoli correlati (da tag)