Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Mercoledì, 27 Gennaio 2021 11:20

“Dante a veglia”, al via il secondo ciclo di incontri

di Andrea Capecchi

Pistoia – Si riaccende il “caminetto dantesco” con un secondo ciclo di incontri virtuali per condividere e riflettere insieme su temi e personaggi del capolavoro di Dante.

Dopo il successo del primo ciclo, svoltosi nelle scorse settimane, gli amici dell'Accademia di Masetto e della Biblioteca dei Domenicani di Pistoia, enti promotori della rassegna, sono pronti a ripartire il prossimo 2 febbraio fino al 13 aprile, con le consuete modalità a distanza. Gli incontri, che si svolgeranno ogni martedì a cadenza settimanale, vedranno l'ingresso di nuovi relatori oltre a quelli consueti e aggiungersi di nuovi temi e argomenti di riflessione sempre inerenti alle tre cantiche della “Commedia”.

Saranno, come nello spirito che ha animato la nascita di questa iniziativa, delle letture per stare insieme, seppur a distanza, in un tempo “inquieto”, in un'epoca avvertita da molti come di generale crisi e di incertezza per il futuro: ecco allora che riscoprire la lezione dantesca può essere utile per superare le nostre paure e inquietudini, per avvicinarci alla bellezza, per riscoprire un patrimonio letterario e linguistico di valore incomparabile e, non ultimo per celebrare degnamente Dante, di cui quest'anno ricorre l'anniversario dei settecento anni dalla morte.

Come hanno spiegato gli organizzatori, l'iniziativa “è un'idea che nasce da una necessità e da una speranza: dalla necessità di condivisione, che in un tempo inquieto e di distanziamento può costituire un corroborante per le nostre vite separate, e dalla speranza di creare un argine di resistenza alle nostre paure e alla nostra disperazione. Leggere Dante insieme, tornare alla bellezza e alla forza della sua poesia, in modo spontaneo, crediamo che possa essere un'occasione per mettere in rete i nostri pensieri, per ritrovarsi nei dintorni di una parola che ci interroga, che ci impegna e che ci impone di guardare avanti con forza. La parola Dante ci ha consentito di creare una comunità di veglia e di condivisione, di ascolto e di confronto. E con quello stesso spirito gli amici ci hanno chiesto di continuare”.

Gli incontri si terranno nella modalità a distanza con inizio alle ore 21,10. Per partecipare inviare una mail di richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e si riceverà prima delle serate il link a cui connettersi.

Per info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 346.6176464 (lun – mer – ven ore 9.00-13.00).

 

Programma del secondo ciclo di incontri “Dante a veglia”:

martedì 2 febbraio

Giovanna Frosini, Il senso di Dante per la lingua (con l’esempio di Purg XXIII)

martedì 9 febbraio

Giovanni Capecchi, La selva dei suicidi: immaginario dantesco, echi virgiliani e riprese
novecentesche (Inf XIII)

martedì 16 febbraio

Giampaolo Francesconi, «Di vostra terra sono»: la fama della cortesia e la “miseria” della ricchezza (Inf XVI)

martedì 23 febbraio

Cristiano Lorenzi Biondi, «Luogo è in Inferno detto Malebolge». Riflessionistrutturali (Inf. XI-XVIII)

martedì 2 marzo

Natascia Bianchi, Pistoia all’Inferno: Vanni Fucci bestia (Inf XXIV)

martedì 9 marzo

Francesco Bargellini, “Infimo Inferno”. Poesia del raccapriccio in Inf XXVIII

martedì 16 marzo

Stefano Bindi, Quando è vanto e vergogna l’esser poeta (Purg II)

martedì 23 marzo

Lisa Galligani, “Come donna innamorata”? Beatrice fra donna e simbolo in Purg XXX

martedì 30 marzo

Alessandro Cortesi, “Domenico fu detto…” (Par XII)

martedì 6 aprile

Roberta Gentile, Dante “laudator temporis acti” (Par XV)

martedì 13 aprile

Mario Biagioni, Dante ‘poeta concentrico’ e i moderni. Alcune riflessioni su Inf XIII e Par I

 

 

 

Articoli correlati (da tag)