Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Lunedì, 20 Luglio 2015 02:00

Collezione Camorani: a Pistoia la più grande esposizione al mondo di chitarre Fender

Collezione Camorani: a Pistoia la più grande esposizione al mondo di chitarre Fender (fotografie di Giovanni Fedi)

di Ilaria Lumini

Pistoia - E' stato fondato da Leo Fender nel 1946 e da quel momento, è il marchio più famoso nel mondo dei costruttori di chitarre, bassi elettrici, piano elettrici ed amplificatori.

Flavio Camorani, classe '62 di Forlì, ad oggi è il collezionista più importante del mondo del marchio Fender. I suoi 100 modelli di chitarre, assolutamente originali con relative custodie, sono quelle prodotte dal 1950 al 1974 da Fender CBS Factory, ovvero da Leo Fender, prima della cessione della sua azienda.

Ci sono tutte: tutti i modelli Stratocaster dal primo anno di produzione in colore standard; una selezione di solid body colore Fiesta Red; una selezione di solid body Dakota Red; tutti i modelli dei rari Piggy Back White Tolex Amp riportati a condizioni elettroniche originali con condensatori e resistenze.

Una collezione nata dall'amore per il suono, quella di Flavio, e non dalla classica ambizione di possedere qualcosa che ha fatto la storia della musica dagli anni '70 ad oggi.

“Delle mie chitarre ne ammiro l’anima, il fascino ed il suono di un mandolino elettrico del 1957, come la timbrica dolcissima di una XII Strings del ’66, la forma banale ma futuristica di una piccola Swinger o la vernice sgranata di una rarissima Stratocaster Anniversary White 1979. Questi, uniti ai più famosi modelli, hanno scolpito i solchi dei dischi in vinile dal ’60 al ’90, e sono la vera essenza del Vintage, quei suoni che nessun amplificatore o strumento del 2000 può riprodurre”.

Fender, come stile e modello di vita, questa è la collezione e l'amore per il suono di Flavio, che si definisce un tossicodipendente della musica e che ancora si commuove al pensiero di ciò che è riuscito a fare in 34 anni: una collezione di strumenti Fendere unica al mondo.

Fino al 24 luglio, per il Pistoia Blues Festival, è possibile visitare il Fender Vintage Museum di Flavio Camorani al Teatro Bolognini.

Articoli correlati (da tag)