Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Giovedì, 13 Luglio 2017 11:22

Dubioza Kolectiv e Gogol Bordello travolgono piazza Duomo

I Gogol Bordello sul palco del Pistoia Blues (foto di Giovanni Fedi) I Gogol Bordello sul palco del Pistoia Blues (foto di Giovanni Fedi)

di Marta Meli

Pistoia – Due performance strepitose all’insegna del divertimento tra spensieratezza, ballate, folklore e l’allegria di un pubblico in fermento.

A far scatenare la folla del Pistoia Blues è stato il gipsy punk dei Gogol Bordello che hanno condiviso il palco con i cugini bosniaci Dubioza Kolektiv, gli infaticabili dell’underground europeo. Una miscela esplosiva, quella delle due band folkloristiche, che nella line-up del Pistoia Blues Festival ha confermato un grande successo, nonostante la piazza non completamente esaurita. A salire sul palco delle 21.30 è il gruppo musicale bosniaco dei Dubioza Kolectiv che tra hip hop, dub, reggae e alternative rock hanno iniziato e animato la serata con un ritmo inarrestabile.

Dopo una breve pausa, si accendono le mille luci che hanno ospitato sul palco la balkan band più famosa al mondo, capitanata dal girovago ed eccentrico Eugene Hütz. Il gruppo ucraino-newyorchese ha intrattenuto il pubblico per un'ora e mezzo con l’inconfondibile sound della musica folk, gitante e classica che si fonde a danze travolgenti, come al punk, al reggae e al rock alternativo.

I greatest hits come Wonderlust King, Not a Crime, You Know Who We Are, Super Taranta, Troubled Friends, East Infection e il bis di Start Wearing Purple non potevano che far accendere l’intera folla. Un’atmosfera coreografica spettacolare, teatrale, irriverente e carica di energia sprigionata da violini, batteria, percussioni tribali, fisarmonica, chitarre acustiche, elettriche e graffianti. Un amalgamarsi continuo tra la band e il pubblico che, estasiato fino alla fine, non ha mai smesso di ballare.

Stasera un altro appuntamento del Pistoia Blues Festival. Alle 21.30 in piazza del Duomo, Niccolò Fabi festeggerà anche a Pistoia i suoi vent’anni di carriera.

Articoli correlati (da tag)