Venerdì, 03 Novembre 2017 21:22

Pistoia, il duetto Cecchi-Bathmann regala un pomeriggio musicale sul Parterre

Omar Cecchi e Dagmar Bathmann Omar Cecchi e Dagmar Bathmann

di Lorenzo Cristofani

Pistoia - Dopo essere stati sulla scena per circa un mese, suonando l’accompagnamento musicale de “La signorina Else” al Teatro anatomico durante il mese di giugno, Omar Cecchi e Dagmar Bathmann regalano alla Capitale della Cultura un’inedita interazione tra violoncello vibrafono e percussioni, due strumenti apparentemente diversi quanto originali.

Il concerto è previsto per domani, sabato 4 novembre alle ore 17, sul parterre di piazza San Francesco, nei locali della gloriosa Filarmonica Borgognoni. Il giovane sodalizio, musicale e di vita, ha in programma arrangiamenti di brani classici (Shubert, Händel e Saint-Saëns) e di musica contemporanea.

In particolare verranno eseguiti pezzi del compositore della nuova scena minimalista americana Lang, concepiti espressamente per violoncello e percussioni, e del tedesco Hummel, le cui fantasie su temi di tre note hanno riscosso notevole successo, riproposte in varie edizioni dell’Asiagofestival.

Infine anche brani dell’italiano Scelsi, la cui concezione della musica, caratterizzata dalla profondità del suono, come trascendenza è mantenuta viva dall’omonima Fondazione che ha sede a Roma. Non mancheranno però ulteriori sorprese artistiche, che gli interessati potranno apprezzare comodamente nei locali della Borgognoni.

Dagmar Bathmann, diplomata a Detmold e arrivata in Italia come primo violoncello nell’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, insegna lo strumento a corda alla scuola pratese “Artes” e canto funzionale, cioè secondo il “metodo Rabine”, presso la banda cittadina per antonomasia.

Omar Cecchi è un noto pistoiese diplomato al conservatorio di firenze e professore di percussioni alle Cino; oltre a numerose collaborazioni in tutta le regione ricopre da anni il ruolo di consulente musicale della compagnia Lombardi-Tiezzi, che ha seguito anche al “teatro Piccolo” di Milano. Proprio dove Cecchi e Bathmann si sono conosciuti.

 

Articoli correlati (da tag)