Martedì, 05 Dicembre 2017 09:53

Arianna Antinori e Phil Palmer sul palco del Santomato Live

Arianna Antinori e Phil Palmer Arianna Antinori e Phil Palmer

PISTOIA – Superserata, venerdì 8 dicembre al Santomato Live (circolo Arci Santomato). Sul palco, Arianna Antinori e Phil Palmer, special guest.

Apriranno la serata i Damn Freaks di Iacopo Meille che presenteranno il loro album di debutto pubblicato dall’etichetta danese Mighty Music e distribuito in Italia da Audioglobe. Difficile restare indifferenti al loro hard rock irriverente e scanzonato che rimanda a David Lee Roth, Van Halen e White Lion. In formazione oltre a Iacopo Meille alla voce e chitarra acustica, troviamo Marco Torri alla chitarra e cori, Claudio Rogai al basso e cori e Matteo Panichi alla batteria.

Arianna AntinoriPoi toccherà a lei, Arianna antinori che presenterà il suo nuovissimo disco “Hostaria Cohen” (uscirà proprio l’8 dicembre in versione cd e vinile) e tutti i pezzi che l'hanno fatta conoscere al pubblico toscano.

Il titolo dell'album “Hostaria Cohen” si ispira all'incontro tra Janis Joplin e Leonard Cohen al Chelsea Hotel di New York e si rifà all’idea dell’osteria come luogo di incontri, di musica, di scambio di pensiero. Un luogo dove, nello stesso ambiente, si ritrovano personaggi di diversa natura artistica.

“È un chiaro riconoscimento ad un periodo che io non ho vissuto ma che adoro - racconta Arianna – ed è un messaggio ai ragazzi a non credere a tutte le “scorciatoie” mediatiche e a sdoganare il proprio talento, suonando con lo spirito collaborativo dei pionieri di quella musica… che ancora oggi detta legge, con qualità creativa e longevità artistica”.

Per il nuovo album, disponibile nei migliori negozi anche in formato vinile, Arianna Antinori ha lavorato con lo storico produttore e compositore Mauro Paoluzzi e importanti firme del nostro panorama autorale come Elio Aldrighetti, Vincenzo Incenzo e Raffaella Riva. “Hostaria Cohen” contiene anche alcuni omaggi a storici artisti e una versione riarrangiata dello storico brano “La Notte” di Adamo.

Insieme ad Arianna, uno dei miti del rock: Phil Palmer.

phil palmerE’ stata la chitarra con cui Mark Knofler e i Dire Straits hanno voluto fare il giro del mondo dopo averlo voluto per l'incisione dell'album "On every street" vuol dire parlare solo di uno dei tanti capitoli della lunga storia di Phil Palmer. Nipote di Dave e Ray Davies fondatori dei Kinks gruppo tra i più influenti della British invasion degli anni 60' nasce circondato dalla musica.

Phil Palmer è il musicista con cui tutti i grandi big della musica mondiale hanno voluto affiancarsi almeno una volta, che fosse per una produzione o per un tour mondiale avere a disposizione la sua chitarra è sempre stato sinonimo di eccellenza. Eric Clapton lo presentava dicendo "non ho mai sofferto d'invidia ma avrei voluto che Dio desse a me il suo talento e le sue mani", Tina Turner ed Elton John se lo sono litigati per averlo in tour. Lucio Battisti l'ha voluto nel 1980 per incidere il suo 20° singolo "Con il nastro rosa"e l'anno successivo Claudio Baglioni per "Strada facendo". Insomma Phil Palmer è considerato "una leggenda vivente" dai più grandi artisti della musica mondiale. Ma Palmer ha lavorato anche per il cinema. Stanley Kubrick lo scelse per la realizzazione della colonna sonora di "Full Metal Jacket".

La serata inizierà alle 20,30 con una ricca cena a buffet, a seguire, dalle ore 22, inizieranno gli spettacoli. Per prenotare cena e concerti, tel. 333 4657051 o 0573 479957

Articoli correlati (da tag)

Liberamente