Giovedì, 14 Giugno 2018 16:10

Baustelle, Ermal Meta e De Gregori tra i “big” del MusArt Festival 2018

I Baustelle, tra gli ospiti del MusArt Festival 2018 I Baustelle, tra gli ospiti del MusArt Festival 2018

di Andrea Capecchi

Firenze – Un mese al via della nuova edizione del MusArt Festival di Firenze, con ospiti i Baustelle, Ermal Meta, Francesco De Gregori, Roberto Bolle, Jethro Tull e molti altri artisti.

La rassegna fiorentina è in programma dal 17 al 28 luglio nella centralissima piazza della Santissima Annunziata, trasformata per il terzo anno in un elegante teatro all’aperto, con ampia visibilità da ogni seduta.

Ad aprire il festival, martedì 17 luglio (inizio di tutti gli spettacoli ore 21,15) saranno i Baustelle, che fanno tappa a Firenze nel corso del tour estivo “L'amore e la violenza 2” dedicato al loro ultimo album. Dopo il fortunato tour invernale nei teatri e nei club, la band di Bianconi, Bastreghi e Brasini torna nel capoluogo toscano per un nuovo concerto dal vivo e propone una scaletta diversa, in cui si annunciano alcune novità e sorprese.

Mercoledì 18 luglio in scena l’Orchestra della Toscana con due note pagine di George Gershwin, “Rhapsody in blue” e “West Side Story”. La direzione sarà affidata a Timothy Brock, gran cultore del repertorio novecentesco e in particolare della musica da film.

Venerdì 20 luglio Roberto Bolle presenterà “Roberto Bolle and Friends: special event”, gala di danza di cui non è solo interprete, ma anche direttore artistico: un appuntamento speciale pensato per una città che da sempre ama.

Sabato 21 luglio sarà protagonista Remo Anzovino con la sua musica dal vivo per la proiezione del film “The Cameraman” di Buster Keaton, mentre domenica 22 si esibirà il duo Assante-Castaldo con “Lezioni di rock”, omaggio musicale al Sessantotto per celebrare i cinquant'anni della “musica del diavolo”.

Lunedì 23 luglio spazio a Chick Corea, mito vivente di quel jazz che affonda le radici nel ritmo latino e nella fusion: dopo venti anni, sarà l’occasione per vedere di nuovo sul palco la sua Akoustic Band, che allinea Corea con John Patitucci e Dave Weckl, straordinari musicisti e amici di lunga data.

Martedì 24 luglio si celebreranno i 50 anni dei Jethro Tull, altra leggenda della musica, versante rock-progressive: da “This Was” a “Aqualung”, da “Thick As A Brick” al sequel “TAAB2”, Ian Anderson e band attingeranno ai grandi successi della loro storia, in scena sfileranno anche special guest virtuali.

Mercoledì 25 luglio torna a Firenze la grande canzone d'autore con Francesco De Gregori, per una serata in cui il cantautore romano ripercorrerà a ritroso i momenti più significativi ma anche più intimi e nascosti della propria carriera musicale. De Gregori sarà accompagnato da Guido Guglielminetti al contrabbasso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte, una formazione già sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano. La scaletta prevede i grandi classici di De Gregori ma anche gioielli nascosti, canzoni “mai passate alla radio”, brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni.

Giovedì 26 luglio salirà sul palco Ermal Meta, nell’ambito del “Non Abbiamo Armi Tour”: uno show attesissimo con canzoni, tra cui “Non mi avete fatto niente” cantata con Fabrizio Moro, vincitrice dell’ultimo Sanremo, intrise di sincerità e amore che scorrono attraverso ritmi incalzanti e momenti di grande intimità.

Venerdì 27 luglio MusArt aprirà alla lirica, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e una serata dal titolo “Tutti all’Opera”: in programma brani e arie dai più amati melodrammi. Il festival si chiuderà con il concerto all’alba di sabato 28 luglio (ore 4,45 del mattino), diretto da Roberto Cacciapaglia nell’incantevole cortile degli Uomini, all’interno dell’Istituto degli Innocenti.

Giunto alla terza edizione, Musart Festival abbina il fascino secolare di Firenze a grandi nomi internazionali dello spettacolo. Durante le serate gli spettatori potranno visitare gratuitamente alcuni dei luoghi d'arte più significativi che si affacciano su piazza della Santissima Annunziata e piazza Brunelleschi. Tra questi la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, l’Istituto degli Innocenti, la Chiesa di Santa Maria degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Basilica di Santissima Annunziata, la Mensa della Caritas Diocesana – San Francesco. Presso il salone Borghini dell’Istituto degli Innocenti si svolgerà la terza tranche della mostra fotografica “Because the night”: curata dall’agenzia New Press Photo, l’esposizione ripercorrerà i grandi concerti svoltisi a Firenze e in Italia negli anni Settanta e Ottanta (ingresso libero).

I biglietti per gli spettacoli di Musart Festival 2018 sono disponibili in prevendita nei punti BoxOffice Toscana e online su TicketOne. Per chi lo desidera è disponibile il biglietto Gold Package che abbina ai primi posti di platea una cena a buffet e un ingresso al Museo degli Innocenti.

Musart Festival è una produzione Prg Firenze sostenuta da Sammontana, Unicoop Firenze, Prinz, Caffè Cesare Magnelli, Findomestic Banca, Engie, Publiacqua. Con il contributo di Comune di Firenze e Città Metropolitana di Firenze.

Articoli correlati (da tag)