Sabato, 14 Luglio 2018 11:41

James Blunt emoziona e conquista il pubblico del Blues

James Blunt sul palco del Pistoia Blues (foto di Stefano Di Cecio) James Blunt sul palco del Pistoia Blues (foto di Stefano Di Cecio)

di Andrea Capecchi

Pistoia – Un concerto che ha emozionato il pubblico del Blues, sulle note dei più grandi successi di James Blunt.

Il cantautore inglese è stato il protagonista della seconda serata del Pistoia Blues Festival, aperta dal concerto della band pop-rock romagnola dei “Five To Ten”, con una buona partecipazione di un pubblico di tutte le età. Dai giovanissimi agli adulti, in tanti sono rimasti affascinati dal rock melodico di Blunt, che nel corso della performance non ha rinunciato a giocare e scherzare con il pubblico e a intervallare l'esecuzione dei pezzi in scalatta con anedotti e curiosità legati alla loro composizione.

In un'ora e mezzo di concerto, l'artista ha ripercorso le tappe più significative del suo percorso musicale, iniziato quattordici anni fa con l'abbandono della carriera militare e la pubblicazione del primo album “Back to Bedlam, con il quale Blunt ottenne un rapido quanto inaspettato successo internazionale. La sua attività musicale è continuata poi con altri album, collaborazioni e tour mondiali, che lo hanno consacrato come una delle voci soliste più interessanti e originali del panorama musicale britannico, grazie anche alla sua abilità come polistrumentista (suona pianoforte, chitarra e organetto) e alla sua capacità di unire il rock d'autore a influenze pop e folk.

Durante il concerto pistoiese Blunt ha eseguito tutti i singoli di maggior successo, come “1973”, “Wisemen”, “Goodbye my lover”, “Bonfire Heart” e l'applauditissima “You're Beautiful”. Molto curata anche la coreografia di luci, con proiezioni di fasci di luce sui monumenti di piazza Duomo; luci che poi si sono spente durante l'esecuzione di alcuni brani, per permettere al pubblico di ricreare in piazza e sulle tribune un “effetto stadio” con le torce dei telefonini.

A margine del concerto di Blunt, occhi puntati ieri sera anche sul Teatro Bolognini dove si è esibito il talentuoso bluesman statunitense Mike Zito. Accompagnato da una band di tre elementi (tastiere, batteria e basso), il chitarrista e produttore ha deliziato i – purtroppo – pochi presenti con un concerto dalla vera e autentica anima blues, forse l'unico di questa edizione del festival. Zito ha ricevuto due nomination ai Blues Music Awards 2017 nelle categorie Contemporary Blues Artist Male e Rock Blues Album. Dotato di una straordinaria tecnica chitarristica, ha presentato a Pistoia il suo nuovo disco “Make blues not war”.

 

Articoli correlati (da tag)