Martedì, 17 Luglio 2018 09:54

Una “Fenomenale” Gianna Nannini incanta piazza Duomo

Gianna Nannini a Pistoia (foto di Carlo Quartieri) Gianna Nannini a Pistoia (foto di Carlo Quartieri)

di Andrea Capecchi

Pistoia – Fenomenale, come il tour estivo con cui sta attraversando l'Italia a colpi di sold out.

Gianna Nannini fa tappa a Pistoia e lascia il segno in una notte magica, davanti a una piazza Duomo gremita che si è andata riempiendo fin dall'apertura dei cancelli. Più di quattromila spettatori hanno applaudito la rocker senese e l'hanno accompagnata durante lo show cantando e ballando sulle note dei suoi più grandi successi.

gianna1Quello proposto da Gianna Nannini è stato infatti un viaggio a ritroso agli albori della sua carriera, iniziato con i singoli degli anni Ottanta come “Latin Lover”, “Bello e impossibile”, “Profumo”, “Fotoromanza” e “Ragazzo dell'Europa”.

Pezzi divenuti ormai “immortali” presso i suoi fan, canzoni che hanno segnato il successo discografico e l'affermazione artistica di Gianna nel panorama musicale italiano di quegli anni.

Successi che hanno inoltre contribuito a costruire l'immagine di un'artista particolare, anticonformista e fuori dagli schemi, principale esponente del rock femminile in Italia, dalla voce potente e dalla presenza scenica assolutamente originale.

Anche il concerto pistoiese ha restituito una Gianna Nannini piena di energia, capace di trasmettere al pubblico emozioni forti e in grado di alternare momenti di puro rock ad altri di riflessione.

Molto apprezzata, a metà concerto, la citazione di una poesia della poetessa-pastora Beatrice di Pian degli Ontani, omaggio a una delle figure femminili più originali e significative del territorio pistoiese, vista dalla cantautrice come fonte gianna 2d'ispirazione.

Gianna Nannini ha poi eseguito brani più recenti del suo repertorio, da “Sei nell'anima” a “Meravigliosa creatura”, da “Io” a “Lontano dagli occhi”, in un percorso musicale e autobiografico che ha riscosso gli applausi di tutta la piazza.

Nel brano "Me and Bobby McGee" la Nannini è stata inoltre accompagnata dall'armonica di Fabrizio Berti, musicista e musicologo pistoiese, già leader della Chicago Blue Revue.

Chiusura più “soft” con alcuni pezzi dell'ultimo album dell'artista, “Amore gigante”, pubblicato pochi mesi fa, e con “Aria”, canzone “di commiato” dal pubblico con la quale Gianna Nannini è solita concludere i suoi concerti.

La settimana di musica in piazza Duomo si chiude così con un grande successo, sia in termini di presenze, sia a livello di gradimento, per un concerto capace di riempire la piazza con un pubblico di tutte le età, nonostante il giorno feriale, il rischio temporale paventato dal meteo fin dalla mattina e un'agenzia organizzatrice tutt'altro che impeccabile.

Gianna Nannini si conferma non solo artista “nazional-popolare” capace di emozionare tre generazioni di spettatori, ma anche una delle voci femminili ancora oggi più originali, sperimentali e trasgressive del panorama italiano.

Articoli correlati (da tag)