Lunedì, 23 Luglio 2018 10:07

A Firenze arriva il rock progressive dei Jethro Tull

I Jethro Tull I Jethro Tull

Firenze – Cinquant'anni di carriera per i Jethro Tull.

Il tour mondiale che celebra l’anniversario d’oro della leggenda del rock-progressive ferma martedì 24 luglio (ore 21,15) al Musart di Firenze, in piazza della Santissima Annunziata.

I biglietti (platea numerata 69/57,50/46 euro – tribuna 34,50 euro) sono disponibili nei circuiti di Box Office Toscana e noline su Boxol e TicketOne. Disponibile anche un Gold Package a 129 euro comprendente biglietto di primo settore, cena a buffet all’interno dell’Istituto degli Innocenti, ingresso al Museo degli Innocenti (dal lunedì alla domenica orario 10/19).Il giorno del concerto biglietti in vendita dalle ore 15,30 alla biglietteria del festival, in piazza Brunelleschi all’interno del chiostro dell’Università, dove è un funzione anche il cambio voucher per chi ha acquistato online.

Gli inglesi Jethro Tull sono tra i più grandi nomi del rock-progressive di tutti i tempi. Il loro immenso e variegato catalogo comprende folk, blues, musica classica e heavy rock. I concerti che si terranno in celebrazione dell'anniversario saranno caratterizzati da un ampio mix di materiali, alcuni dei quali incentrati sul periodo formativo precedente e soprattutto su "heavy hitters" del catalogo Tull dagli album ‘This Was’, ‘Stand Up’, ‘Benefit’, ‘Aqualung’, ‘Thick As A Brick’, ‘Too Old to Rock And Roll: Too Young To Die’, ‘Songs From The Wood’, ‘Heavy Horses’, ‘Crest Of A Knave’ e persino un tocco di ‘TAAB2’ del 2012.

Ian Anderson sarà accompagnato dai musicisti della Tull band David Goodier (basso), John O'Hara (tastiere), Florian Opahle (chitarra), Scott Hammond (batteria), e da special guests virtuali.In occasione del 50esimo anniversario dei Jethro Tull Parlophone pubblica due importanti raccolte: “50 For 50” un cofanetto di tre cd con 50 tracce selezionate dallo stesso Anderson per rappresentare tutti i 21 album in studio dei Jethro Tull; e “50th Anniversary Collection” una compilation che racchiude il meglio dei Jethro Tull in un unico CD ed in un LP (in uscita il 31 agosto).

Il 2 febbraio 1968, nel famoso Marquee Club a Londra, i Jethro Tull si esibiscono per la prima volta con questo nome. Il gruppo diventerà una delle band di maggior successo e più durature della loro epoca, vendendo oltre 60 milioni di album in tutto il mondo ed entrando nel corso degli anni nella coscienza culturale collettiva. Il loro album di debutto ‘This Was’, esce più tardi nello stesso anno. Il fondatore, frontman e flautista, Ian Anderson, ha giustamente il merito di aver introdotto il flauto nel rock, come strumento di prima linea.

Musart Festival abbina il fascino secolare di Firenze a grandi nomi internazionali dello spettacolo. Durante la serata, dalle ore 20 fino a inizio spettacolo, si possono visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti alla piazza della Santissima Annunziata. Alle ore 20 alla Biblioteca Umanistica dell'Università di Firenze proiezione del docu-film “Francesco Guccini - “Radici” dalla serie “33 Giri – Italian Masters” di Sky Arte. Sempre alla Biblioteca Umanistica, l’Università di Firenze propone le mostre "Oltre confine: viaggi reali e immaginari di esploratori, scienziati, religiosi e geografi tra ‘600 e ‘700" e "Sguardi dell’alto Egitto".

A ingresso libero anche la mostra fotografica “Because the night” dedicata ai grandi concerti fiorentini degli anni 90, presso il salone Borghini dell’Istituto degli Innocenti.

Articoli correlati (da tag)