Martedì, 18 Settembre 2018 10:24

Alan Sorrenti a Casalguidi. Stasera gran finale con i fuochi d'artificio

Un momento del concerto Un momento del concerto Leonardo Cecconi

di Leonardo Cecconi

CASALGUIDI – I fuochi di artificio della mezzanotte chiuderanno questa sera la 133 edizione della Fiera di Casalguidi.

Una tradizione storica che quest'anno ha visto un grande sforzo da parte del comune e del comitato fiera, per rendere ancora più appetitosa la manifestazione. Non solo la copertura degli stand, ma anche tanti spettacoli in piazza come quello di ieri sera che ha visto in scena il napoletano, di madre gallese, Alan Sorrenti.

Vera icona della musica dance italiana, di fatto è stato uno straordinario apripista del progressive italiano, con album ormai storici come “Aria” del 1972, che univano suoni psichedelici a testi introspettivi e poetici. Nonostante la voce segnata dal passare degli anni, mascherata dall'esperienza e dai brani sempreverdi, l'esibizione di Sorrenti non ha deluso gli appassionati, con la piazza gremita di persone di ogni età; camicia e pantaloni bianchi e giacca color giallo canarino, l'artista ha ripercorso soprattutto il periodo dance, con intervalli funky ed un intermezzo acustico dedicato ai suoi album "prog". 

 

Dopo l'apertura alle 21.30 di Alys, poco dopo le 22 Sorrenti ed il suo gruppo hanno iniziato il concerto con Sottacqua, brano del 2003 e Vola, al terzo pezzo arriva subito una hit molto amata come Non so che darei. Il concerto è proseguito con Donna Luna, Per sempre tu e Kyoko mon amour, fino al momento “prog” aperto da Provaci del 1979, Try to imagine del 1976 ed il medley acustico con Vorrei incontrarti Sienteme e Serenesse. Ottimo anche il gruppo di supporto con basso, batteria e tastiere, impreziositi dalla presenza del chitarrista Peter Cornacchia, spesso in tour con Marco Mengoni.

Poi il gran finale con Dicitencello vuje e le super hit Tu sei l'unica donna per me e Figli delle stelle. Dopo un'ora e mezzo di concerto il bis con Paradiso beach e la foto, ormai di rito, del gruppo di fronte al pubblico.

 

La serata, organizzata in collaborazione con Ma.ga.ma. di Samanta Tissi e 100luci di Gerardo Lardieri, ha visto anche il prezioso aiuto della Caffetteria Vesuvius per la cena dell'artista e del suo gruppo.

Articoli correlati (da tag)