Giovedì, 15 Novembre 2018 17:55

Il violino di Josef Spacek apre la stagione sinfonica al Manzoni

Il violinista Josef Spacek (foto di Radovan Subin) Il violinista Josef Spacek (foto di Radovan Subin)

Pistoia - Sabato 17 novembre inaugura a Pistoia la quindicesima Stagione Sinfonica Promusica.

La stagione è promossa da Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica e con il sostegno di Fondazione Caript.

Otto i concerti in abbonamento, in programma fino a domenica 5 maggio 2019: un cartellone musicale che propone un repertorio ricco e affascinante e che porterà ad esibirsi a Pistoia interpreti internazionali, con alcuni graditissimi ritorni insieme a molte novità tra cui, dalla Spagna, l’Orchestra di Cadaqués.

Il concerto inaugurale, sabato 17 novembre alle 21 al Teatro Manzoni di Pistoia, vede sul palco il violinista Josef Špaček, allievo di Itzhak Perlman alla prestigiosa Julliard School di New York, che sta emergendo come uno fra i migliori talenti del panorama internazionale.

Finalista all’International Queen Elisabeth Competition di Bruxelles, Špaček è stato premiato con i maggiori riconoscimenti al Michael Hill International Violin Competition in Nuova Zelanda, al Carl Nielsen International Violin Competition in Danimarca e al Young Concert Artists International Auditions a New York. Affiancato dall’Orchestra Leonore eseguirà quello che è divenuto il suo cavallo di battaglia, il Concerto op. 53 composto da Antonín Dvořák nel 1879, capolavoro di invenzione melodica dall'energia travolgente eseguito per la prima volta nel 1883.

Nella seconda parte del concerto, il Maestro Daniele Giorgi e l'Orchestra Leonore ci accompagneranno in quel percorso epico verso il trionfo che è la Sinfonia “Eroica” di Ludwig van Beethoven, ultimata nel 1804 e dedicata al principe Joseph Franz Maximilian von Lobkowitz. Ispiratore e intestatario della sinfonia fu in origine Napoleone, che Beethoven ammirava enormemente, vedendolo come un eroe portatore di nuovi valori, tanto che aveva pensato di intitolare la sinfonia “Bonaparte”; ma a seguito della sua furiosa delusione alla notizia che Napoleone si era proclamato Imperatore, il compositore distrusse le tracce della dedica originaria e fece pubblicare la sinfonia con il titolo “Sinfonia Eroica, composta per festeggiare il sovvenire di un grand’Uomo”.

L’Eroica costituisce un vero e proprio spartiacque fra due epoche della storia della musica e della parabola creativa del genio di Bonn: essa “rappresenta il più grande balzo in avanti mai compiuto da un musicista rispetto alla propria produzione precedente”, in cui “il processo sinfonico è pensato come totalità che chiude in sé il particolare, dove ogni dettaglio è sottomesso a un progetto architettonico organizzato con una lucidità e una coerenza senza precedenti, e pari soltanto al poderoso slancio epico che anima da un capo all’altro la sinfonia”.

I biglietti per i concerti (da € 5 a € 20) sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Manzoni (0573 991609 – 27112) e online su www.teatridipistoia.it.

 

Articoli correlati (da tag)