Lunedì, 01 Aprile 2019 16:28

Firenze, i Canova portano in tour l'ultimo album "Vivi per sempre"

I Canova I Canova

Firenze - Un augurio, un imperativo, una speranza.

“Vivi per sempre” è il nuovo album dei Canova, assoluta rivelazione del panorama musicale italiano, in concerto mercoledì 3 aprile al TuscanyHall (ex Obihall) di Firenze.

I biglietti – posto unico 23 euro - sono disponibili nei punti prevendita Box Office Toscana e online su TicketOne.

“Vivi per sempre” arriva a due anni dal travolgente “Avete ragione tutti”, premiato al M.E.I. come miglior esordio italiano e trascinato dai singoli “Vita Sociale” (disco d'oro) e “Santamaria”. Per non dire delle oltre 100 date, tra cui decine di sold-out, inanellate negli ultimi mesi.

Come il precedente, “Vivi per sempre” è una raccolta di canzoni figlie di momenti diversi e di circostanze e ispirazioni a sé stanti. Le nuove canzoni oscillano tra il pop super catchy del  frontman Matteo Mobrici – che nel frattempo ha dato alle stampe il libro "Dieci personaggi in cerca di Vodka" - e il rock ruvido ma armonioso della band milanese. Ci sono i sentimenti, le notti insonni, le rincorse, le sigarette, le bevute, le domeniche noiose, ma anche l’infanzia, la vita appunto, e la morte.

I Canova descrivono così “Vivi per sempre”: “Avevamo tanti brani ma ne abbiamo scelti 9. Ogni canzone ha un suo mondo proprio, che rimane però sotto la stessa matrice, ovvero quella di un unico autore e della stessa band. Seppur coscienti del modo attuale di ascoltare la musica, tra skip e playlist, i dischi ci piacciono molto e siamo stati attenti anche alla sequenza della tracklist. In fase di arrangiamento, siamo stati al servizio delle canzoni, cercando di vestirle nel miglior modo, da band, cercando di seguire quindi noi stessi”.

“Shakespeare” è l’introspettivo e nostalgico sipario che apre il disco e che introduce “Domenicamara” ovvero il brano dal sapore più rock’n’roll. "Goodbye goodbye” è una storia d’amore iniziata e finita con la città di Londra, dopo la visita dei quattro agli Abbey Road studios mentre “Ramen” è una canzone da ascoltare senza sovrastrutture, leggera e malinconica. “Per te” svela l’anima più romantica e cantautorale della band. La canzone numero 6, “Ho capito che non eravamo” è un pezzo d’amore dove regna un frizzante nonsense. “Groupie” è un’altra canzone sentimentale: cosa potrebbe nascere tra un cantante e una groupie al di fuori dei loro ruoli? È una storia che non si vivrà mai probabilmente, un’occasione persa o forse una semplice illusione dettata dalla vita di tour.

“14 sigarette” è il brano più vecchio dell’album, escluso in corsa due anni fa da “Avete ragione tutti”, poiché, come ha dichiarato la band: “non era ancora il suo momento”. “Vivi per sempre” è la title track nonché ultima canzone dell’album, è un inno all’apatia e in maniera trionfale e fastoso chiude un album tanto luminoso quanto granitico.

Articoli correlati (da tag)