Lunedì, 08 Aprile 2019 18:40

Mario Brunello in concerto con Coro del Friuli Venezia Giulia

PISTOIA -Prosegue la Stagione di Musica da Camera di Fondazione Pistoiese Promusica.

 

Giunta alla sua 58° edizione, promossa e sostenuta da Fondazione Caript e realizzata con la collaborazione organizzativa dell’Associazione Amici della Musica di Pistoia sotto la Direzione Artistica del M° Massimo Caselli.   

Nell’appuntamento di venerdì 12 aprile alle 18 presso il Convento di San Domenico a Pistoia, il violoncellista Mario Brunello sarà protagonista assieme al Coro del Friuli Venezia Giulia, alla soprano Karina Oganjan e al percussionista Gabriele Rampogna, di un originale concerto che parte da Bach per giungere a una serie di suggestivi brani di autori contemporanei. Utilizzando i suoi due violoncelli e alternandoli nell’esecuzione dei vari brani in programma, Brunello conferma la sua indole atta a dare spazio a progetti che coinvolgono forme d’arte e saperi diversi e a lavorare con artisti di varia estrazione culturale, nell’intento di avvicinare il pubblico a un’idea diversa e multiforme del far musica.

Il programma si apre con tre composizioni di Johann Sebastian Bach: Singet dem Herrn, Mottetto BWV 225 per violoncello e coro, il Corale Christ Lag in Todes Branden per coro, e la Ciaccona dalla Partita n. 2 per violoncello piccolo. Proseguirà con il Requiem per violoncello e coro del compositore australiano Peter Sculthorpe e le Akhmatova songs per soprano e violoncello, sei poesie musicate nel 1993 dall’inglese John Tavener, in omaggio alla grande poetessa russa del Novecento, Anna Akhmatova. Concluderanno la serata: Muss es sein del cantautore monegasco Lèo Ferré per violoncello, tape e coro, con voce originale di Lèo Ferré, Fratres, brano esemplificativo dello stile tintinnabuli del compositore estone Arvo Paert, qui arrangiato per violoncello, coro e percussioni e Flows per violoncello, coro e percussioni di Valter Sivilotti.