Sabato, 01 Giugno 2019 18:04

Promusica, grande successo per il concerto finale del “Progetto Giovani”

Un'immagine del concerto finale del Progetto Giovani (foto di Stefano Poggialini) Un'immagine del concerto finale del Progetto Giovani (foto di Stefano Poggialini)

Pistoia - Il potere della musica è fortissimo, contagioso e 'fa crescere bene', non c'è dubbio.

È quanto ha certamente pensato il foltissimo pubblico che ha riempito la Chiesa di San Francesco mercoledì 29 maggio per lo speciale evento musicale, gratuitamente aperto a tutti: protagonisti il coro Voci Danzanti (costituito da studenti provenienti dagli istituti comprensivi della provincia di Pistoia), l’Orchestra Sociale (formata dai ragazzi seguiti dai Centri Socio-Educativi gestiti dal Comune di Pistoia, e infine la JuniOrchestra della Scuola di Musica e Danza “T. Mabellini”, ensemble che si candida a diventare la futura orchestra della Scuola.

Il concerto – sotto la guida di Vittorio Caselli, istruttore concertatore con la collaborazione di Elena Bartolozzi e Federica Gennai; Samuele Drovandi, al pianoforte – ha concluso in modo splendido i percorsi didattici 2018/2019 destinati ai giovani e dedicati alla musica d’insieme con voce e strumenti che da qualche anno costituiscono un panorama di attività in linea con l'impegno messo in atto da alcuni anni dalla Fondazione Pistoiese Promusica, ed oggi pienamente raccolto dall’Associazione Teatrale Pistoiese attraverso la Scuola di Musica e Danza Mabellini, nella creazione di percorsi didattici destinati ai giovani e dedicati alla musica d’insieme con voce e strumenti. Il progetto, che nel corso di quest’anno è entrato nel gruppo “Musica e Società- Nuclei in rete”, è realizzato in piena sinergia e comunanza di intenti con i Servizi Sociali del Comune di Pistoia, gli Istituti Raggruppati, l'Associazione di volontariato Arcobaleno e le Cooperative Sociali Pantagruel e Arkè.

Da dicembre a maggio tutti i ragazzi coinvolti nei progetti Orchestra Sociale e Voci Danzanti hanno avuto la possibilità di seguire lezioni settimanali gratuite, individuali e collettive, presso la Scuola Mabellini e i Centri Socio-Educativi, mentre presso la Fabbrica delle Emozioni si è tenuta, una volta al mese, la prova collettiva con tutti i giovani studenti.

Voci Danzanti nasce da un concorso lanciato dalla Fondazione Promusica per formare un coro di voci bianche; i giovani selezionati hanno partecipato ad un percorso formativo attraverso il quale sono stati selezionati i 40 migliori coristi.

L’Orchestra Sociale, invece, prende spunto dall’esperienza entusiasmante del Sistema Musica, nato quarant’anni fa in Venezuela grazie a Josè Antonio Abreu e fatto conoscere in Italia dal Maestro Claudio Abbado. L’Orchestra è composta da circa 60 bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie che frequentano i centri socio-educativi Aquilone, Arcobaleno, Camposampiero e Airone, affidati alle “cure musicali” di un folto gruppo di istruttori, selezionati dalla Fondazione Promusica e provenienti per la maggior parte dalla Scuola Mabellini.

Ospite dell’evento è stata la JuniOrchestra, una compagine nata all’interno della classe di musica d’insieme della Scuola di Musica e Danza “T. Mabellini”: inizialmente costituita da un piccolo gruppo di strumenti ad arco si è gradualmente ampliata sia quantitativamente che qualitativamente, attraverso la progressiva immissione dei migliori “giovani” allievi della scuola provenienti anche da classi diverse da quelle di archi.

 

 

Articoli correlati (da tag)