Lunedì, 03 Giugno 2019 20:35

Musica, energia, emozioni: show degli Imagine Dragons a Firenze

Gli Imagine Dragons in concerto alla Visarno Arena di Firenze (foto di Mathias Marchioni per Onstage) Gli Imagine Dragons in concerto alla Visarno Arena di Firenze (foto di Mathias Marchioni per Onstage)

di Andrea Capecchi

Firenze – Visarno Arena in autentico delirio per l'attesissimo concerto degli Imagine Dragons.

Non sono rimasti delusi i fan che dalle prime ore del pomeriggio hanno sfidato il sole finalmente estivo per avvicinarsi il più possibile al grande palco dell'ex ippodromo delle Cascine, dove, qualche ora dopo, la band di Las Vegas si è esibita in uno show memorabile.

Gli Imagine Dragons, giunti a Firenze direttamente da Madrid, dove la sera precedente si erano esibiti in apertura della finale di Champions, certificano con questo concerto il successo e la popolarità raggiunti in Italia e non solo, vista l'affluenza di un pubblico arrivato a Firenze da ogni parte del nostro Paese ma anche da altre nazioni europee. Il potente pop rock della band, con sonorità elettroniche e talvolta con sfumature melodiche, ha trasmesso un'energia incredibile ai cinquantacinquemila della Visarno Arena – andata sold out – che per le due ore del concerto non hanno mai smesso di saltare, cantare e accompagnare le note e le parole delle ventitrè hit scelte dalla band per una scaletta che, seppur con qualche “pezzone” mancante, ha sintetizzato la storia musicale del gruppo attraverso i brani più amati.

imagine dragons firenze 2019 foto concerto 2

Il frontman Dan Reynolds ha confermato ancora una volta le sue indiscusse qualità di performer e di intrattenitore di folle, svelando però – cosa che ha colpito molti – un volto straordinariamente fragile e umano, che l'apparenza vorrebbe nascondere dietro il suo fisico scultureo e il suo aspetto da “duro”. Reynolds ha dichiarato il suo amore sincero per l'Italia e per il pubblico di Firenze, pronunciando tra il boato della folla una promessa, quella di tornare in tour nel capolougo toscano, che assomiglia quasi a un debito da “saldare” per il tanto affetto ricevuto dai fan in questa rapida “toccata e fuga”.

Ha cantato, suonato, ballato, afferrato bandiere e lanciato palloni, ma soprattutto ha dialogato con il pubblico, in alcuni momenti di riflessione tra un brano e l'altro per trasmettere un messaggio positivo di speranza, di amore che supera le barriere e le differenze, di fiducia in se stessi, di lotta contro il nemico invisibile e terribile della depressione che lo stesso Reynolds ha affrontato durante la sua adolescenza.

Ma il momento più toccante e più “umano” è stato verso la fine, prima dell'esecuzione di “Demons”, quando Reynolds si è commosso fino alle lacrime nel ricodare un caro amico morto di cancro, al quale è dedicato questo pezzo, perchè la sua memoria sopravviva, perchè la sua lotta contro la malattia sia di insegnamento positivo e perchè il dolore non prevalga sulla speranza.

La scaletta ha incluso brani tratti dall'ultimo album “Origins”, pubblicato lo scorso anno e già oggetto di un tour che aveva portato gli Imagine Dragons in Italia, pezzi tratti da “Evolve”, il disco che ha consacrato la band a livello internazionale, e altri singoli risalenti agli esordi, come “Radioactive” che ha concluso il concerto. Di particolare impatto l'esecuzione strumentale di “Thunder”, in buona parte cantata dal pubblico, una nuova versione di “Zero” – già colonna sonora del film d'animazione Disney “Ralph spacca Internet” – e i palloncini colorati lanciati verso la folla che hanno accompagnato l'esecuzione di “On top of the world”.

La scelta di una coreografia minimale per quasi tutta la durata dello show ha creato un vero e proprio effetto sorpresa nel pubblico al momento del gran finale, con un improvviso tripudio di luci, coriandoli e fuochi artificiali sulle note dell'amatissima “Radioactive”.

imagine dragons firenze 2019 foto concerto 3

 

Di seguito i brani inseriti nella scaletta del concerto:

"Believer"
"It's time"
"Whatever it takes"
"Natural"
"Gold"
"Bad liars"
"Shots"
"Yesterday"
"Start over"
"Hear me"
"Every breath you take"
"I'll make it up to you"
"Amsterdam"
"Rise up"
"Mouth of the river"
"I'm so sorry"
"Thunder"
"I don't know why"
"Zero"
"The river"
"Demons"
"Walking the wire"
"On top of the World"
"Radioactive"

 

 

Articoli correlati (da tag)