Lunedì, 02 Settembre 2019 18:19

Prato, energia e colori con Eeels e Flaming Lips

The Flaming Lips in concerto a Prato The Flaming Lips in concerto a Prato

Prato - Serata pirotecnica quella di ieri sera in Piazza del Duomo, con due dei gruppi indie/psychedelic rock più importanti del panorama statunitense e mondiale.

Alle 20.15 sono saliti sul palco gli Eels in una delle tante formazioni a quattro elementi capitanata dall'eccentrico ed ingestibile Mark Oliver Everett, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Mr. E o ancor più semplicemente E. In completo di jeans, pantalone e giubbottino abbottonato, occhiali scuri, cappellino e barba di diversi giorni, il frontman è apparso in serata di ”buona” ed ha aperto il concerto con un paio di cover e un omaggio a Bruce Springsteen con Out in the street.

Poi una scaletta di 24 brani totali, con arrangiamenti essenziali ed una decisa spinta sull'acceleratore da metà concerto in poi; dalla poetica ed intima “I need some sleep” e “My beloved monster” si è passati ad una serie di brani come la simpatica “The ballad of little Joe”, “Novocaine”, “I like birds” e “Mr E's beautiful” suonate con grande energia e convinzione.

fuck

Dopo un cambio palco di circa un'oretta, è stata la volta dei colorati e strabordanti The Flaming Lips capitanati dal carismatico Wayne Coyne, saliti sul palco con “Also sprach Zarathustra op.30” di Richard Strauss per partire con “Race for the prize” in mezzo a un tripudio di palloni colorati, coriandoli, fumo e stelle filanti. Il concerto è proseguito con effetti a sorpresa, come durante il brano “There should be unicorns”, Coyne si è fatto trasportare tra il pubblico sopra un unicorno coloratissimo di luci. O come quando durante la cover “Somewhere over the rainbow”, durante il bis, è entrato dentro una palla gonfiabile e ha cantato sopra le teste dello stupito ed ammirato pubblico.

Un'altra memorabile serata per il Settembre Pratese.

Articoli correlati (da tag)