Martedì, 03 Settembre 2019 15:16

Al Funaro “anteprima” stagionale con il concerto del Quartetto Alauda

Il Quartetto Alauda Il Quartetto Alauda

Pistoia - In attesa della Presentazione della nuova Stagione Teatrale, il Funaro propone un fuori programma in musica.

Venerdì 6 settembre, infatti, alle ore 21.00 andrà in scena, il Concerto del Quartetto Alauda. Precede la serata, alle ore 20.00, un aperitivo nella Caffetteria del Funaro.

Cristina Prats Costa al violino, Milan Berginc, al violino, Mari Adachi alla viola, Elena Cappelletti al violoncello presenteranno un programma che prevede il Quartetto per archi K. 465 “Delle Dissonanze” di Mozart, il “Capriccio” dai pezzi per quartetto d’archi op. 81e il Quartetto n. 4 in mi minore op. 44 n. 2 di Mendelssohn-Bartholdy.

Il gruppo, formatosi alla Royal Academy of Music di Londra, è uno dei migliori ensemble internazionali di “Music with Masters”, programma di alta formazione realizzato con il sostegno di Fondazione Caript e Fondazione Pistoiese Promusica, Associazione Teatrale Pistoiese e Comune di Pistoia e partner de Le Dimore del Quartetto.

Presentato alla Camera dei Deputati, su invito della Commissione Cultura, nell’ambito dell’indagine Buone pratiche di diffusione culturale, vincitore nel 2018 del bando Innovazione Culturale, vincitore nel 2019 dello ​European Heritage Award / Europa Nostra Award ​ (il riconoscimento più prestigioso a livello europeo, nella categoria “Educazione, Formazione e Sensibilizzazione”), Le Dimore del Quartetto sostiene giovani quartetti d’archi nell’avvio alla carriera e valorizza il patrimonio di dimore storiche creando occasioni d’incontro in luoghi inconsueti e solitamente inaccessibili, avvicinando un nuovo pubblico alla musica da camera. In collaborazione con ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane, il FAI – Fondo Ambiente Italiano e European Historic Houses è stata creata una rete di case, di cui il Funaro farà parte per la serata del 6 settembre, che ospita gratuitamente i musicisti alla vigilia di un impegno artistico, in cambio di un concerto. I Quartetti sono selezionati da Simone Gramaglia, viola del Quartetto di Cremona.

“Le Dissonanze” è un celebre quartetto di Mozart detto "delle dissonanze” per via degli arditi rapporti armonici che aprono da subito l’opera. Il quartetto, insieme ad altri cinque dedicati proprio al “padre del Quartetto” Joseph Haydn, rappresenta il punto centrale e culminante della produzione quartettista mozartiana, nonché ideale dello stile classico musicale. Segue il “Capriccio” di Mendelssohn, terzo tempo della composizione articolata in quattro movimenti, scritti nell’arco di vent’anni, dal 1827 al 1847 che si presenta come un intermezzo permeato da un’incredibile cantabilità di stampo romantico, seguito da un travolgente "allegro fugato”. Il Quartetto per archi n. 4 in mi minore, op.44 n.2 chiude la serata e nella sua prima esecuzione, a Lipsia, nel 1837, fu un assoluto successo: dedicato al Principe di Svezia, mostra, nei suoi quattro movimenti, tutta l’originalità dello stile romantico di Mendelssohn.

L’Alauda Quartet si è formato alla Royal Academy of Music di Londra nel 2011. Un ensemble internazionale, i cui componenti provengono da quattro diversi angoli dell’Europa e condividono la passione per la musica da camera e un forte desiderio di esplorare il repertorio del quartetto d’archi. Nel 2012 il quartetto è stato premiato “Highly Commended” nella Wolfe Wolfinsohn Competition della Royal Academy of Music ed è stato scelto per il prestigioso Davey Poznaski Scheme, che gli ha permesso di partecipare in Masterclass con quartetti di fama mondiale, come Emerson, Belcea, Endellion, Escher e Wihan Quartets. Il quartetto svolge un’intensa attività concertistica e si esibisce regolarmente in Gran Bretagna (Barbican Hall, Conway Hall, St Margarets Westminster, Kings Place, Kings Lynn Festival, Friends of Beaminster Festival, Bury St Edmunds Concert Club, Winchester College Concert Series, City Music Society, Avon Valley Concerts, Stockbridge Music Festival, Lincoln International Concert Series, Stratford upon Avon Music Festival) e in Italia, Spagna, Serbia, Germania, Francia. Nel 2014 si è esibito nel famoso National Centre of Performing Arts di Pechino.

L’Alauda Quartet ha registrato per la Radio Nacional de Espana per la serie “Young Artist Concert Platform” e per la Radio Vaticana a Roma. Nel 2016 è stato selezionato per prendere parte al progetto italiano “Le Dimore del Quartetto”.
Nel 2016 il quartetto ha inciso il suo primo disco per l’etichetta Brilliant Classics, una “World Premier Recording” delle musiche per quartetto d’archi dell’autore italiano Roffredo Caetani.

Ingresso al concerto gratuito, aperitivo (facoltativo) 8 euro.

Articoli correlati (da tag)