Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Martedì, 07 Luglio 2020 16:47

Ricordi del "mio" Blues, tra musica e città "in festa"

di Letizia Vetruzzini

Pistoia - Mi chiamo Letizia e sono nata a Pistoia nel settembre 1977.

Ero piccola quando il festival Pistoia Blues muoveva i primi passi; ricordo quando mia mamma mi diceva: "no, non ci vado in città, ci sono quei "cencioni". Crescendo a me quei "cencioni", quella musica e soprattutto la mia città, mi piacevano.

Da ragazzina non mi era permesso molto uscire e con tanta fatica convinsi mia mamma a farmi partecipare al festival il pomeriggio durante le prove. Spesso andavo con la mia amica Daniela, io e lei abbiamo conosciuto molti artisti di strada e ragazzi giramondo, uno dei quali era irlandese. E poi il fascino dei motociclisti rockettari che con le loro strepitose e rumorose Harley Davidson passavano davanti casa mia, sulla Porrettana, per pernottare al Signorino.

Il Pistoia Blues riuscivo a viverlo solo in parte se non quando l'8 luglio 1995 venne a suonare Slash, in quegli anni ex chitarrista dei Guns n' Roses, che io adoravo. Non avendo compiuto ancora 18 anni pregai mio fratello più grande di accompagnarmi perché i miei genitori non mi ci avrebbero mandato da sola e tanto meno con le amiche. Alla fine riuscii a convincerlo nonostante mi facesse innervosire con la frase "via giù s'andrà in mezzo a quei puciosi".

Dopo quella serata si è appassionato rimangiandosi le sue parole: insieme, oltre a Slash, abbiamo visto tanti artisti su quel palco, da B.B. King a Zucchero, Santana, Pino Daniele, Jimmy Page, Robert Plant, Steve Winwood.

Ricordo la calca all'ingresso di via degli Orafi, la corsa per prendere il posto migliore in gradinata che anni fa non era numerata. Ricordo l'attesa, l'emozione di vedere e sentire il concerto da tempo desiderato, la festa, la musica e la magia della nostra piazza Duomo che durante quelle serate estive ci ha sempre regalato un po' di venticello fresco perché come mi diceva mia mamma ogni volta: "prendilo un golfino che tu lo sai ci tira sempre un po' d'aria anche d'estate".

Articoli correlati (da tag)