Sabato, 04 Luglio 2015 02:00

Pistoia Blues: poco pubblico ma grande qualità per la serata con i Counting Crows

Pistoia Blues: poco pubblico ma grande qualità per la serata con i Counting Crows (foto di Stefano Di Cecio)

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Dopo il grande successo di pubblico nell'apertura del Festival dei britannici Mumford & Sons, serata in tono minore nella piazza per l'esibizione dei californiani Counting Crows.

 La band di San Francisco non è riuscita a richiamare il grande pubblico e ieri sera, in Piazza del Duomo, si contavano a malapena duemila presenze. Peccato perché la band capitanata dal cantante Adam Duritz ha offerto oltre un'ora e mezzo di buona musica, sciorinando tutti i pezzi più famosi a partire dalla super hits Mr Jones, brano del 1993 e suonata al terzo posto in scaletta.

Capello rasta, occhialini  da intellettuale, maglietta grigia anonima, il leader della band ha dimostrato buon piglio, ben coadiuvato dalle chitarre di David Bryson, Dan Vickrey e David Immerglück, che si è esibito anche al mandolino,  il basso di Millard Powers, la batteria di Jim Bogios e, non per ultimo, l'ottimo Charles Gillingham al piano e fisarmonica.

Round here, A long December, Omaha, Holiday in Spain sono solo alcuni dei brani suonati dai Crows nella serata di ieri nella quale hanno dimostrato, una volta ancora, quanto meritino di essere considerate una delle band americane di alternative rock più importanti degli ultimi anni.

Tra le persone in piazza, c'erano molti turisti stranieri, soprattutto americani, anche se non è mancata una folta rappresentanza di italiani arrivati da ogni parte del paese. Ha aperto il concerto la graffiante e scatenata romana Arianna Antinori, ottima voce rock/blues del panorama nazionale. Adesso tutti ad attendere il concerto di Hozier, prima nazionale, in programma martedì 7 luglio.

Articoli correlati (da tag)