Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Domenica, 18 Ottobre 2020 10:42

I giorni della percussione alla Fondazione Tronci di Pistoia

Strumenti a percussione alla Fondazione Tronci di Pistoia (foto di Marcello Paris) Strumenti a percussione alla Fondazione Tronci di Pistoia (foto di Marcello Paris)

di Marcello Paris

Pistoia - Due giorni di performance con ritmi da strumenti a percussione di alcuni fra i migliori specialisti del genere.

Sette gli artisti che si sono dati appuntamento alla Fondazione Tronci, con sede al Conservatorio San Giovanni, per il “Pistoia Percussion Day” il 17 e 18 di questo mese; presenti alcuni costruttori toscani a presentare le loro creazioni.

Un settore di nicchia, questo delle percussioni, che rappresenta solo il due per cento di tutti gli strumenti musicali artigianali, ma un mondo di appassionati ai quali le distanze non impediscono di essere presenti in ogni circostanza che crei l’occasione per “battere” su questi strunent.

In Italia si contano circa 1.300 imprese che producono e riparano strumenti musicali, un comparto ad alta vocazione artigiana che rappresenta l’83% del totale.

Fra le aziende artigiane di prestigio si annovera la pistoiese Ufip di Luigi Tronci, un’eccellenza a livello mondiale per la costruzione di piatti per batteria e altri strumenti a percussione prodotti fin dal 1931: i pezzi esportati in tutto ilo mondo sono 25 mila all’anno.

Questa è l’unica fabbrica in Italia di percussioni acustiche. “I nostri piatti - dice Luigi Tronci con vanto - sono realizzati a mano come fanno solo a Bali e in Cina”. Tutti i più grandi batteristi e percussionisti sono passati da qui e troppo lungo sarebbe l’elenco per citarli tutti. Fra i complessi esteri che hanno usato i “piatti”Ufip basti citare i Rolling Stone.

“Purtroppo la crisi - prosegue Tronci – ha fatto orientare l’acquisto verso i prodotti industriali, ben l’80%. Piatti che hanno meno valore e la qualità del suono ne risente”.

Ad Ufip è strettamente collegata la Fondazione Tronci che oltre ad attività didattiche attraverso le scuole ha creato un museo con centinaia di strumenti musicali, principalmente percussioni, provenienti da mezzo mondo ed è diventata punto di riferimento di appassionati e professionisti.

Il Pistoia Percussion Day ha confermato questo approccio e questa vocazione.

Articoli correlati (da tag)