Sabato, 16 Gennaio 2016 10:59

"Lorenzo nei Palasport", il tour di Jovanotti chiude a Firenze

 Firenze - Lunedì 18 e martedì 19 gennaio al Nelson Mandela Forum di Firenze chiude il trionfale tour di “Lorenzo nei palasport 2015/2106”.

Per la data di lunedì 18 sono rimaste poche decine di biglietti, mentre c’è ancora una certa disponibilità per la serata di martedì 19 (inizio concerti ore 21, biglietti da 42 a 70 euro, prevendite www.boxofficetoscana.it  e TicketOne www.ticketone.it, info tel. 055.667566 www.bitconcerti.it - www.tridentmanagement.it - www.soleluna.com).

Dopo 30 appuntamenti che hanno concluso con molti sold out una annata trionfale, Lorenzo conclude nella sua Toscana il tour che, più di ogni altro, ha entusiasmato e raccolto pubblico tra il 2015 e il 2016 registrando oltre 250mila presenze.

E’ stato senza dubbio l’anno di Jovanotti: “Lorenzo 2015 CC” è stato l’album più venduto dell’anno certificato Fimi cinque disco di platino. “Sabato”, “Gli immortali”, “Pieno di vita” hanno conquistato le radio: Lorenzo è l’artista più suonato dell’anno mentre “L’estate addosso” è stato recentemente certificato doppio platino e “Pieno di vita” disco d’oro. Numeri davvero importanti confermati anche dalla critica (tre premi al Medimex 2015) e nel live dove è l’artista che conquista il record degli spettatori grazie al tour negli stadi e grazie al clamoroso successo di Lorenzo nei Palasport.

Dopo il trionfo di “Lorenzo negli stadi” che con 500 mila spettatori ha dominato l’estate 2015 Jovanotti e che ha ottenuto unanimi riconoscimenti da parte del pubblico e da parte della critica, Lorenzo si è subito messo al lavoro con la sua squadra per realizzare uno show completamente nuovo la cui l’unica matrice comune con gli stadi è la firma inconfondibile di Jova in ogni elemento che compone lo spettacolo.

Dopo gli stadi, adesso è il turno di uno show più concentrato e potente, qualcosa di nuovo, un “trip” sensoriale.

“Appena scesi dal palco degli stadi abbiamo iniziato a pensare a come tradurre quella messa in scena nei palasport - ha spiegato Lorenzo - Era impossibile, è una questione di linguaggio, di grandezza del foglio, quella storia lì funziona in quello spazio, e io di ridurla non ne avevo nessuna voglia, volevo dare qualcosa di nuovo e di adatto ai palasport. Anche se il tempo per prepararlo era poco ce l’abbiamo messa tutta. La grande richiesta del pubblico e i sold-out che arrivavano facevano crescere la voglia e l’entusiasmo di fare qualcosa che fosse ancora meglio di quello che abbiamo messo in piedi l’estate scorsa".

“Mi rendo conto che i miei concerti stanno diventando qualcosa di nuovo anche per me, avverto un affetto e un’aspettative molto alte da parte della mia gente, del mio pubblico, e non mi sottraggo, anzi rilancio e moltiplico. La musica, specialmente oggi, e ancora più nello specifico in queste ore in cui sto iniziando questo tour, ha un valore amplificato nella mia percezione, è la costruzione di memoria collettiva, è uno spazio di libertà, è linguaggio universale, è battito che unisce, è gioia e intensità, e io ne sento il bisogno, per questo mi impegno a fare il miglior concerto che posso.

Prodotto da Trident Management,  “Lorenzo nei Palasport 2015/2016” è suonato dalla straordinaria band degli stadi che dunque è stata confermata per intero. Lo spettacolo comincia da dove ci siamo lasciati. Saturnino al basso, Riccardo Onori alle chitarre, Christian Rigano alle tastiere e al computer, Franco Santarnecchi al piano, Gareth Brownalla batteria, Leo di Angilla alle percussioni, la riconferma del giovanissimo Daniele Bronzini alla chitarra, e la sezione dei fiati di Marco Tamburini: Antonello del Sordo alla tromba, Federico Pierantoni al trombone, Glauco Benedetti al susaphone  (basso tuba), Mattia Dalla Pozza al sax. Più di 26 brani totalmente ri-arrangiati; alcuni tratti da “Lorenzo 2015 CC” mai eseguiti dal vivo come “Libera” o “Pieno di vita”. Altri come “A te”, proposti in una forma suggestiva e adatta allo spazio più raccolto del Palazzetto, senza però rinunciare all’esplosione in brani come “Penso positivo” che porta una straordinaria botta di adrenalina funk al finale dello show.

Un eccezionale momento è quello di “Musica” (il brano tratto dall’ultimo album realizzato con la collaborazione di Manu Dibango) dove Lorenzo, per la prima volta, abbandona lo spazio scenico per impossessarsi del banco audio che diventa un vero e proprio strumento creativo. E al centro del Palazzetto ritrova il suo primo mestiere, la grande passione a cui rende omaggio, dando vita ad un travolgente momento di DJ set che infiamma il pubblico.

La cornice scenica è spettacolare e tutti i contenuti visual sono inediti. Il palco di Lorenzo offre sempre una prospettiva perfetta e occupa una superficie di 350 mq. Disegnato in collaborazione con Giancarlo Sforza, che lavora con Lorenzo dal tour con Carboni del ‘92, lo stage prevede circa 300 mq di schermi complessivi ad alta risoluzione e una passerella che non è un consueto prolungamento, ma un palco vero e proprio, completamente ricoperto di “floor screen”. Realizzato apposta per i Palasport, il “walk screen” segue il racconto visual dello show proposto frontalmente in tre enormi schermi che sembrano comporre il centro visivo dello spazio scenico. La forma esplosa del back screen crea una scomposizione dell’immagine o addirittura l’utilizzo separato delle porzioni dello schermo.

Al centro due americane sottolineano maggiormente la separazione tra gli schermi. Il progetto illuminotecnico curato da Andrew J. Pen, che collabora con Lorenzo dal tour di Safari e curatore dei light set di artisti come Van Halen, Linkin Park, Avril Lavigne, Backstreet Boys, Simple Minds, è avanzatissimo e si muove su due distinti binari, contrastanti e complementari.

“Trasformeremo i palasport in spazi pulsanti, intimi, ad altissima intensità. Il concerto è diviso in onde emotive, un inizio da club, molto elettronico e tribale, buio, una parte centrale intima e romantica, teatrale, e un crescendo finale totalmente festaiolo e liberatorio tendente al funk”. Gli schermi restituiscono l’immagine in diretta dello show ma soprattutto offrono un altro “nuovo” spettacolo parallelo a quello musicale. Stimolato dall’idea che video, musica e luci siano una “partitura” con un grande potenziale, “Lorenzo nei Palasport 2015/2016” propone immagini video completamente inedite dove nulla è stato riadattato e dove le emozioni sono nuove ed efficaci come per lo show negli stadi.

 

 

Lorenzo nei Palasport 2015/2016

Lunedì 18 e martedì 19 gennaio 2016 – ore 21

Mandela Forum – piazza Berlinguer – Firenze – ingresso dalle ore 19

 

Info spettacolo

Tel. 055.667566 - www.bitconcerti.it 

www.tridentmanagement.it 

www.soleluna.com

 

Biglietti posti numerati (esclusi diritti di prevendita)

1° settore 70 euro

2° settore 65

3° settore 42 euro

Parterre in piedi 45 euro

 

Sconti

I bambini sotto i 6 anni di età entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto ad occupare un posto a sedere

 

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)

Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

 

Articoli correlati (da tag)