Venerdì, 08 Settembre 2017 10:01

Danza: per due giovani promesse aglianesi si aprono le porte di scuole internazionali

Matilde Marini (foto di Gabriele Bellini) Matilde Marini (foto di Gabriele Bellini)

Agliana – Per due giovani promesse aglianesi nella danza classica si aprono le porte di un percorso di studio e perfezionamento presso accademie di livello internazionale.

Pietro Coda, 13 anni, e Matilde Marini, 20 anni, già allievi della scuola “Danzarte” diretta da Elisabetta Bresci, sono risultati vincitori di borse di studio e hanno già avuto accesso a un corso quinquennale di perfezionamento all'estero, sotto la guida di danzatori, registi e coreografi di fama mondiale.

Un risultato significativo, che testimonia non solo l'impegno e la professionalità di tanti ragazzi nello studio delle discipline coreutiche, nonostante la giovane età, ma anche la presenza di eccellenze di spicco nel campo della danza sul territorio aglianese, da anni vera e propria “fucina” di giovani talenti.

Pietro Coda a gennaio di quest'anno ha conseguito la vittoria di una borsa di studio al concorso internazionale di danza “Premio Città di Forlì”, la cui giuria era presieduta da Oliver Matz, direttore della Tanz Akademie di Zurigo. “Per Pietro si tratta di un riconoscimento importante e meritato – ha sottolineato Elisabetta Bresci, sua ex insegnante di danza – perchè si è sempre distinto nel suo percorso di apprendimento e perfezionamento nella danza classica, ottenendo numerose segnalazioni e borse di studio”. Grazie a questo successo Pietro si è trasferito a Zurigo, presso la Tanz Akademie di Matz, uno dei centri di studio e perfezionamento per la danza di maggior prestigio a livello internazionale.

La stessa Tanz Akademie ospita già da tre anni Letizia Badiani, 16 anni, un'altra giovanissima allieva aglianese, entrata tramite audizione e vincitrice anch'essa di una borsa di studio dopo un percorso di eccellenza nello studio della danza classica, che la ha portata ad essere l'unica finalista italiana della selezione per l'ammissione all'Ecole Opera di Parigi.

La “partenza” più recente è quella di Matilde Marini, che all'inizio di settembre si è trasferita alla Rambert School di Londra per il perfezionamento nello studio di tecnica coreografica, danza classica e danza moderna. Matilde non è nuova a soggiorni di studio all'estero, arrivando a Londra dopo un anno trascorso alla Iwanson International School di Monaco di Baviera, dove era entrata tramite audizione.

Quelli di Pietro, Matilde e altri giovani talenti sono percorsi che certificano l'impegno, il sacrificio e la passione che animano questi ragazzi, ai quali viene data un'opportunità da non perdere per migliorare la propria tecnica, lavorando a stretto contatto con insegnanti di alto profilo, per raggiungere livelli di eccellenza e fare della propria passione per la danza un'attività di tipo professionale. Al termine del ciclo di studi gli allievi avranno notevolmente arricchito il proprio bagaglio di conoscenze ed esperienze e saranno pronti per intraprendere una carriera professionistica; saranno inoltre in grado di trasmettere ciò che hanno appreso ai loro colleghi più giovani attraverso lezioni e seminari, dando così avvio a un processo virtuoso di emulazione e trasmissione delle conoscenze.

Le vittorie di queste borse di studio internazionali testimoniano infine la qualità dell'insegnamento della scuola di danza “Danzarte” di Agliana, che ha da pochi giorni ripreso le proprie attività con nuovi corsi di danza classica, moderna, contemporanea e hip hop. Novità di questa stagione, la possibilità per i genitori di bambini dai 3 ai 5 anni di assistere in prima persona alle lezioni di danza dei propri figli: un modo per avvicinare ancora di più le famiglie e i più piccoli alla pratica coreutica.

 

Articoli correlati (da tag)