Sabato, 23 Dicembre 2017 17:06

Il “Canto di Natale” di Dickens al Teatro Cestello di Firenze

Una scena dello spettacolo Una scena dello spettacolo

di Raffaele Totaro

Firenze - Il racconto di Charles Dickens rivive nello storico teatro fiorentino Cestello, nel quartiere di San Frediano.

Fino al 26 dicembre sarà possibile ammirare il classico inglese nella rilettura del regista Marcello Ancilotti.

La storia è nota, ma sempre affascinante: il ricco e scorbutico Scrooge vive un’esistenza tribolata, sempre irato, avaro di sentimenti e di monete, sfruttatore dei poveri, specie del suo sottoposto Bob Cratchitt, ed odia profondamente il Natale.

Proprio la notte del 24 dicembre riceverà la visita del fantasma del suo vecchio socio Marley in catene che gli rivelerà il suo futuro: ovvero una vita eterna dolorosa; a meno che non si ravveda. Inoltre gli rivela che riceverà la visita di tre fantasmi: quello del Natale passato, quello del Natale presente e quello del Natale futuro. Per il vecchio Scrooge sarà una notte incredibile che, come noto, porterà il ricco ed arcigno imprenditore a rivalutare la festa del Natale.

Ancilotti dà al testo una lettura classica, mantenendo lo stile intatto del testo, giocando sulle luci e i vari luoghi di una Londra fredda e glaciale; gli attori si muovono a proprio agio sulla scena: dalle figure spettrali dei fantasmi, a quella del povero impiegato Bob Cratchitt, alla narratrice ed ovviamente Scrooge, perfetto nella parte di un vecchio insensibile. Il finale riscalda i cuori e coglie, ovviamente trattandosi di un classico natalizio, lo spirito della festività imminente.

E’ possibile acquistare i biglietti per lo spettacolo direttamente in teatro o prenotandoli al numero della biglietteria 055294609, il costo è di euro 15.

Articoli correlati (da tag)